Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

La differenza tra offrire soldi e metterli sul piatto sono sempre loro, i soldi. Ovvero in questo caso le garanzie. Sette milioni al Bologna, poco più di due di risparmi su stipendi e procuratori, mentre circa 18 al giocatore per quattro stagioni. Tutto fatto, tutto pronto, ma mancano ancora i soldi, o meglio le garanzie. Dunque per ora la situazione è di stallo, tanto che il giocatore si è regolarmente allenato e dunque per ora, nonostante abbia già salutato i compagni, nel senso che ha già comunicato la sua scelta alla squadra e al tecnico, però continua ad allenarsi fino a quando non ci saranno novità. E purtroppo le novità potranno arrivare fino al 26 febbraio, giorno della chiusura del mercato in Cina. Intanto lo Guantzhou ha cominciato la preparazione del porprio campionato in Spagna e da lì Lippi aspetta notizie di Diamanti, che è la prima e forse l’unica scelta, visto che Biabiany ha appena rinnovato con il Parma fino al 2018 e Quagliarella è sembrato più un’azione di disturbo che altro.
Dunque bisogna solo attendere, ogni giorno può essere quello buono, nello stesso tempo lo scorso 31 gennaio mercato in Italia è scaduto senza che i cinesi fossero in grado di produrre le fideiussioni necessarie per il passaggio del giocatore, anche perchè non sarebbe la prima volta che dal lontano oriente (ma ovviamente in questo periodo non solo i cinesi) fanno fatica a onorare quanto promesso.
Per il resto i tifosi attendono, ma sono pronti a stare tutti attorno alla squadra per arrivare all’unico obiettivo della stagione, la salvezza

Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.