Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Non dà tregua il maltempo sulla nostra regione. La Protezione civile ha attivato lo stato di attenzione in tutte le province dell’Emilia-Romagna per pioggia, criticità idraulica ed idrogeologica, vento e stato del mare. Dobbiamo aspettarci per i prossimi giorni precipitazioni estese e abbondanti, ma anche venti di intensità elevata. Pericolo per l’innalzamento dei livelli dei fiumi. Il comune di Bologna avverte che il Reno è a rischio esondazione e pertanto i cittadini sono invitati a non sostare sugli argini del fiume. La raccomandazione è di portarsi, in caso di straripamento, ai piani alti degli edifici, e di evitare le situazioni a rischio per gli animali. Il comune invita inoltre a rimuovere, al fine di evitare danni, gli oggetti di valore custoditi in locali esposti a rischio, quali cantine e garage.
Nel tratto mediano e finale del corso del Po si registrano livelli idrometrici superiori alla media del periodo, comunica l’Aipo, Agenzia interregionale per il Po. Si mantiene monitorata l’asta del fiume, in particolare per quanto riguarda gli affluenti
h emiliani, soprattutto Secchia e Panaro. Nel modenese l’allerta è attiva nei comuni di Campogalliano e Soliera, Casalgrande, Castellarano e Rubiera, oltre ai comuni di Modena, Bastiglia e Bomporto. Intanto il Consiglio dei Ministri ha stanziato i primi 11 milioni di euro per gli interventi urgenti per i territori della provincia di Modena colpiti dall’alluvione. L’assessore regionale alla Protezione civile, Paola Gazzolo ha fatto sapere che prosegue il dialogo con il Governo: l’obiettivo è il riconoscimento di tutti i danni causati dall’alluvione al patrimonio pubblico, ai privati, alle attività agricole e produttive. Lo stato di emergenza è riconosciuto per 180 giorni a partire dal 31 gennaio e potrà essere eventualmente prorogato.
Oggi a Bastiglia è stato il giorno dei funerali di Giuseppe Oberdan Salvioli, l’uomo di 43 anni morto nell’alluvione del 19 gennaio mentre su un gommone portava soccorso ai suoi concittadini alluvionati. Il suo corpo è stato ritrovato 17 giorni dopo nei pressi del canale Naviglio di Bastiglia. Il Comune di Bastiglia ha dichiarato il lutto cittadino, presenti alla cerimonia funebre i rappresentanti delle istituzioni.
La nuova ondata di maltempo fa accendere un allarme rosso sull’agricoltura. La Cia, confederazione degli agricoltori, traccia un primo bilancio dei danni subiti partendo dal modenese, dove si stimano 54 milioni di euro di perdite. Gli orticoli invernali come spinaci e broccoli ammuffiscono perché i terreni sono troppo imbevuti di acqua, l’abbassamento delle temperature fa calare la resa produttiva degli animali da latte fino al 20% e continuano a crescere i costi energetici, con un aggravio del 5-10% della spesa per il riscaldamento di serre e stalle.
rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_maltempo_sera_20140210.mp4

Categoria: Cronaca
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.