Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

A pensarci bene, è molto “da Fortitudo” vincere una partita impossibile come quella di domenica scorsa contro Siena, e poi perdere l’incontro successivo, sulla carta molto più abbordabile, e soprattutto terribilmente più importante in ottica di classifica. Il match di ieri contro Biella valeva infatti doppio se non triplo, trattandosi di uno scontro diretto nella lotta per non retrocedere: la F scudata in caso di vittoria avrebbe agganciato i piemontesi in graduatoria, così perdendo non solo il distacco nei confronti degli avversari è diventato di 4 lunghezze ma, soprattutto, le inseguitrici Ferrara e Rieti si sono riportate a soli 2 punti di distacco. Così l’effetto della grande vittoria contro Siena non è stato solo annullato ma letteralmente spazzato via. Non è di certo andata meglio alla Virtus, che seppellita con un imbarazzante -25 a Rieti ha visto di nuovo minate le proprie certezze, dopo la sconfitta infrasettimanale in Germania: ora, se martedì non arriverà un vitale successo a Kiev, che significherebbe il passaggio del turno in Eurochallenge, la stagione dei bianconeri potrebbe davvero prendere una brutta piega. L’unica nota lieta per la nostra regione è quindi venuta da Ferrara, che superando Avellino con un bel +17 è tornata a vedere la luce, con il trio delle meraviglie Collins-Ray-Ebi capace di insaccare 74 punti dei 94 totali. In Lega Due torna nel tunnel Reggio Emilia, sconfitta in casa da Brindisi; male pure Rimini, superata dalla lanciatissima Veroli, mentre Imola ha viceversa colto un successo fondamentale per la propria salvezza superando Roseto ed appaiandola in classifica, il tutto grazie alla solita prestazione stratosferica di Joe Bunn, autore stavolta di 39 punti con soli 4 errori al tiro. Un giocatore così varrebbe davvero altri palcoscenici.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.