Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Difficile ipotizzare un weekend più nero di quello appena vissuto per il basket regionale. Non si sa davvero cosa scegliere, se la Fortitudo che, in barba alla presunta scossa che avrebbe dovuto apportare il cambio d’allenatore, rimedia invece l’ennesima figuraccia, stavolta contro Avellino, oppure la Virtus, che interrompe la propria serie di vittorie consecutive sul campo di Caserta, cioè contro una squadra non esattamente trascendentale, al punto che solo la vittoria di sabato ha salvato la traballante panchina campana detenuta da coach Frates, o infine Ferrara, che perde in maniera abbastanza netta un decisivo scontro salvezza a Udine. C’è solo l’imbarazzo della scelta, insomma, tra le nefandezze mostrate nell’ultimo fine settimana: ma, essendo costretti a scegliere, c’è comunque da salvare la V nera, al primo stop dell’era Boniciolli, perché comunque la squadra è seconda in classifica nonostante la sconfitta. La Fortitudo ha invece, con l’ultimo stop, dato un addio probabilmente definitivo alla qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia, primo obiettivo della stagione in ordine temporale. E domani, nell’impegno contro Zagabria, per i biancoblù ci sarà già in palio un altro obiettivo, quello europeo. Ferrara, infine, può sperare che il definitivo inserimento del nuovo arrivato Apodaca porti la saldezza di squadra che continua a mancare. Se non altro, buone notizie sono arrivate dalla Lega Due, dove tutte e 3 le nostre squadre hanno compiuto autentiche imprese: Imola, superando Casale Monferrato, approda addirittura in zona playoff, Rimini ha espugnato il parquet di Pistoia, risalendo in maniera importante in classifica, ed una sorprendente Reggio Emilia è andata addirittura a violare il campo della primatista Varese.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.