Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_bologna_20151130.mp4

Sarà domani il giorno del ritorno sul campo dopo la pesante scoppola di sabato a Torino. Il Bologna non se lo aspettava. Certo, sarebbe stato impossibile non perdere più, ma ciò che ha deluso molto è stato l’atteggiamento. Si è rivisto il Bologna dimesso e poco reattivo di inizio campionato, con il Torino a fare il bello e il cattivo tempo. Certamente la squadra di ventura non è che abbia fatto molto, ma ha comunque provato a vincere, ciò che i rossoblù non hanno mai tentato. E’ mancata la cattiveria agonistica che aveva caratterizzato le precedenti uscite, quella convinzione delle proprie convinzioni che in serie A fa molto sui risultati finali. Poi, ad essere onesti, sono stati gli episodi a decidere il risultato, ma se stai per l’80% del tempo in una sola metà campo è molto più facile che gli episodi siano favorevoli a chi attacca piuttosto che alla difesa. 5 parate di Mirante contro nessuna di Padelli indicano la pericolosità dei rossoblù, che hanno tirato solo tre volte verso la porta avversaria, contro le 10 dei granata. Un altra statistica davvero curiosa sulla poca reattività di sabato è stata quella delle palle recuperate. Se per il Torino sono state 35, per i rossoblù sono state solo 15, rispetto ad un numero di palle perse praticamente identico tra le due squadre. I numeri dicono anche che il Bologna ha corso molto di più del Torino, dunque la condizione fisica è molto buona, nello stesso momento non è stata molto produttiva se è vero che i ragazzi di Ventura hanno ottenuto il pallone per il 60% del tempo dell’incontro.
Ora bisognerà tenere in considerazione tutti questi dati per metterli a frutto nel prossimo incontro casalingo con il Napoli, che questa sera affronta in un match decisamente importante ai fini della classifica l’Inter. Tornerà Destro, dovrebbe fare il suo esordio con Donadoni Oikonomou, per il resto è probabile che possa tornare la squadra che tanto bene ha fatto con la Roma, ovvero Mounier in avanti e Rizzo a centrocampo. Basterà per andare incontro ad un Napoli che sembra essere uno schiacciasassi e può contare su un tandem offensivo come quello formato da Iguain e Insigne che sembra fuori controllo. Ecco, allora, che sarà importante impedire a quest’ultimo di lavorare tra le linee, perchè nei tiri dal limite o negli assist per il centravanti Insigne è maestro, mentre in avanti sarà necessario sfruttare la velocità e il pressing offerto nei momenti migliori dagli attaccanti del Bologna per dare respiro a tutta la squadra.
Intanto prosegue senza sosta la prevendita ed è probabile che vengano superate le 25.000 presenze, che sarebbe il record stagionale.

Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.