Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Ci si avvicina a grandi passi alla trasferta di venerdì sera con il Modena. Sono stati bruciati anche gli ultimi 300 biglietti concessi dalla Questura, che fanno arrivare a 2400 i tifosi rossoblù solo nel settore ospiti. Potrebbero esserne messi in vendita altri 700 se le forze dell’ordine decidessero di costruire in maniera diversa il cuscinetto che divide le due tifoserie. Intanto prosegue senza intoppi anche la vendita delle tessere del tifoso, da oggi aperte anche allo stadio Dall’Ara nella sala della vittoria alata sotto la tribuna. Intanto la società fa sapere che anche se in possesso della tessera del tifoso non sarà possibile ai residenti a Bologna e provincia acquistare biglietti diversi dal settore ospiti, comunque già esauriti.
Per quanto riguarda la squadra dopo Improta e Perez, oggi anche Morleo si è unito ai compagni, dopo aver superato il problema muscolare e così il solo Casarini rimane ai box assieme a Coppola che anche oggi si è sottoposto a terapie ma che se domani tornerà in campo, verrà probabilmente convocato per venerdì. Se è certo il mantenimento del modulo con i tre centrocampisti e il trequartista dietro alle due punte che sono Acquafresca e Cacia, probabile l’arretramento di Laribi a centrocampo con Giannone dietro alle punte, una modalità che non sconvolgerebbe più di tanto le abitudini dei rossoblù, che sembrano aver trovato la quadratura del cerchio sia dal punto di vista tattico che del gioco di squadra.
Intanto la società per invogliare i vecchi abbonati a rinnovare la tessera ha utilizzato i propri tesserati trasformandoli in telefonisti. Nei prossimi giorni saranno impegnati anche Matuzalem, Morleo e Coppola, mentre ieri è stato il turno di Cacia e Zuculini come vediamo nel video.
rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_parla_il_bologna_20141022.mp4

Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.