Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Ascolti da record per la nazionale italiana e un indice di gradimento davvero stellare, quasi pari a quelli registrati nel 2006 per il mondiale, che ha superato la soglia dei 23 milioni di spettatori.
Alle 20.45 la stragrande maggioranza degli italiani era sintonizzata davanti ai televisori di locali, piazze e abitazioni per potersi godere la tanto attesa semifinale europea tra Italia e Germania. Chi non sperava in un grande trionfo per raggiungere la finale? Dopo venti minuti dal fischio d’inizio il primo goal e un’iniziale porticina che si apre a favore dell’Italia. Appena il pallone colpito di testa da Balotelli tocca la rete sorprendendo il portiere tedesco, la tifoseria italiana è schizzata al settimo cielo. Chi era seduto è saltato in piedi esultando, urlando, cantando. Un’irrefrenabile emozione che ha travolto l’Italia intera, dalla punta della Sicilia alle Alpi, e anche oltre i suoi confini: a Varsavia la tifoseria era per la maggioranza tinta di azzurro, che sventolava il tricolore con cuore e passione. Ma se l’entusiasmo aveva già quasi raggiunto la soglia massima dopo pochi minuti di gioco, al trentaseiesimo ha superato ogni limite, a dir poco in modo incontenibile. Quella che ad inizio partita era solo una speranza, è diventata qualcosa di concreto: si poteva iniziare ad assaporare il gusto della vittoria. Ma le sofferenze non hanno abbandonato nessuno fino agli ultimi istanti, quando il rigore a favore della Germania ha portato i goal a 2-1.
Il fischio di fine partita è stato però il fischio di inizio cortei. Ovunque sfilavano auto, tifosi dalla passione sfrenata ed incontenibile, file chilometriche per tutta la penisola accompagnate da bandiere verdi bianche e rosse e inno di Mameli.
Milano, Bologna, Roma, Genova le città più grandi tinte dei colori italiani, a cui si sono aggiunte ovviamente Kiev ma anche Tirana, dove migliaia di persone sono scese in piazza in segno di festeggiamento.
In Emilia le popolazioni terremotate non si sono perse un evento di tale portata, godendosi il match dai maxi-schermo allestiti nelle tendopoli, ritrovando per qualche ora gioia e felicità. E tra loro e la nazionale italiana c’è stato un elemento fondamentale che li ha accomunati: la voglia di non arrendersi mai.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.