Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

La Ferrari ha aperto ufficialmente ieri la stagione 2009 con i test che ha sostenuto Luca Badoer a Fiorano su una vettura che ha il telaio 2008, ma con un’aerodinamica che già prefigura, come carichi, quelli della prossima stagione.
NOVITA’ – E infatti la linea è molto cambiata, a cominciare dalle fiancate tornate pulite, senza più appendici, per andare a dettagli meno evidenti e visibili. In più, ci sono alcune parti del Kers, il sistema di recupero dell’energia che debutterà nella piena efficienza nei test della prossima settimana a Barcellona. I tecnici della Ferrari parlano di “Kers spento” e in effetti è così. La vettura ha già un nome: F2008K, da Kers. Le dimensioni del Kers della rossa sono molto contenute. All’interno, ci sono tecnologie estrapolate dall’industria spaziale, non coperte da segreti militari. Per il posizionamento, è stato trovato un cunicolo nella parte più bassa della scocca F.2008, in posizione centrale. Oltre al vantaggio di avere un baricentro basso, ciò ha consentito di mantenere la stessa rigidità torsionale espressa dalla F2008. Il peso dell’apparato operativo, sia per l’acquisizione che il rilascio di energia, che inizialmente era attorno a 7-8 kg, scenderanno per l’inizio di stagione sotto i 5. Le batterie sono alle spalle del sedile. Posizione che però ha lo svantaggio di richiedere un sofisticato sistema di raffreddamento, perché le temperature d’esercizio devono essere il più basse possibile. Ma da qui al debutto in gara tante cose ancora cambieranno.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.