Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Stasera alle 20.30 La Libertas potrebbe rivedere la finale per l’accesso alla serie A. Le basterà, come se fosse facile, superare nel padovano San Martino di Lupari, squadra tosta, quadrata, che Piatti conosce bene, ma la conoscenza è reciproca. In gara 1 la forza delle bolognesi è stata una percentuale di tiro dalla lunga distanza superiore addirittura al 50%. Ma Piatti dalle sue ragazze vuole soprattutto grande concentrazione per eliminare 24 palle perse, alcune delle quali decisamente banali non legate all’aggressività delle avversarie, ma all’attenzione delle bolognesi. Nonostante questo è doveroso pure pensare a quanto le biancorosse sono cresciute, dopo aver perso gara 1 della prima gara di play off. Sembrava tutto perso ed invece, la volontà e la forza del gruppo ha superato la sfortuna per i tanti infortuni subiti, sopperendo con i punti della panchina ad importanti assenze. Il coach confida che ancora una volta Nannucci, Costi, Zanoli e compagne siano capace di avvicinarsi ad un sogno: qualche settimana fa sembrava impossibile alzare la coppa per la vittoria in Coppa Italia di Lega2, chissà che dopo diversi tentativi andati a vuoto non sia possibile anche ridare a Bologna una squadra femminile in A1. Sarebbe un problema non indifferente per la società dal punto di vista della programmazione, ma una gioia indescrivibile per un ambiente che magari potrebbe trovare nei risultati del campo, la forza economica per poter pensare di riportare la Libertas ai massimi livelli.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.