Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

SCARONE 6. Annulla Childress e mette la firma sul bell’inizio della propria squadra, l’unico frangente in cui Rimini sembrava poter mettere in crisi Varese. Cala però alla distanza, tanto da steccare alcuni tiri che avrebbero anche potuto riaprire la gara.
GOSS 6,5. Il migliore dei suoi, unico in doppia cifra e leader delle palle recuperate (7). Paga soprattutto la disorganizzazione offensiva della propria squadra, che lo costringe a vivere solo delle sue folate. L’impressione è che se ci fosse stato sul parquet varesino un minimo di organizzazione offensiva, potrebbe fare più male.
MORENO sv. Due minuti impalpabili, nei quali però fa in tempo a sbagliare un tiro e a commettere un fallo.
PINTON 4,5. Corre e picchia, ma tanta abnegazione non produce nemmeno una palla recuperata (su 29 di squadra). In attacco va anche peggio, come certificato dal suo tabellino. Giornata no.
DE POL 5,5. Desideroso di far bene davanti al pubblico varesino, si batte con la consueta grinta e alla fine risulta il miglior rimbalzista dei suoi assieme a Kesicki. Lo 0/9 al tiro è però qualcosa che difficilmente passa inosservato e lo fa finire direttamente dietro la lavagna…
MCCRAY 5. Si prende buona parte delle responsabilità offensive… sbagliando. Tira con il 25% dal campo e colleziona 6 palle perse: disordinato e poco incisivo.
ZANUS FORTES 5,5. Ha il compito di riequilibrare il divario fisico con i lunghi varesini, ma riesce ad essere incisivo solo calando la mannaia: 4 falli in 11’. Iconsistente anche lui in attacco.
RINALDI 6. Il migliore del suo reparto. Lotta e sgomita per 30’, tenendo testa per lunghi tratti a gente come Cotani e Dickens. E alla fine il suo score recita 9 punti: non pochi, su 47 di squadra.
GURINI 5. Dentro per mantenere alta l’intensità difensiva sui play avversari, si fa portare a spasso da Passera.
KESICKI 5. Comincia bene, limitando Galanda, ma col passare dei minuti viene sovrastato dalla potenza dei lunghi varesini. Cerca così fortuna lontano da canestro, ma la mano non lo assiste.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.