Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

SCARONE 5,5. Non è stato efficace come potrebbe e dovrebbe, il capitano. Per troppo tempo è rimasto avulso dal gioco. Da lui si pretende maggiore personalità, ovviamente. Soltanto in certi momenti del gioco ha saputo dettare i giusti ritmi squadra.
GOSS 6. nei primi due quarti è stato fatto tacere dalla Fastweb. Non è mai riuscito in fase offensiva a dare quanto ci si aspettava. Merito degli avversari, ma demerito anche suo e dei Crabs in generale che non sono riusciti a cambiare marcia quando avrebbero dovuto.
PINTON 6,5. Quando entra in campo sembra dare maggiore brio alla squadra e si prende anche delle belle responsabilità. Ma dura poco perché si adatta in fretta al ritmo dei compagni. Comunque positivo.
DE POL 6. Il solito De Pol. Tanta energia e tanto sangue sputato. È di esempio alla squadra che quando rientra in campo dopo il riposo ha altro piglio. Guardasse anche il canestro ogni tanto non sarebbe male.
MCCRAY 7,5. Il leader della squadra. Quando si mette a giocare fa la differenza. È lui a riaprire la partita nel terzo periodo con una striscia importante. Commette un antisportivo che costa carissimo alla squadra, ma dovuto a un gesto istintivo e di generosità. Peccato si sia svegliato tardi.
ZANUS FORTES 5.5. Il consueto lottatore, ma contro i lunghi casalesi può poco o nulla.
RINALDI 8. Il migliore dei Crabs. Lotta sempre e in attacco tieni in pista i suoi. Gioca alla pari contro Fantoni, suo amico e compagno di squadra da sempre nelle giovanili azzurre. È lui però a fallire la tripla che avrebbe riaperto il match. Ma ci ha creduto, ed è un bel segnale, e la sua prova resta di assoluto valore.
GURINI 5. Prestazione anonima. Non incide e nell’unica penetrazione perde la maniglia.
KESICKI 5. Anche lui poco o nulla. Perde qualche pallone di troppo, perché la mobilità non è certo il suo forte.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.