Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Basket City schizofrenica, Basket City da montagne russe, dal meglio al peggio in soli 7 giorni. Entrambe le bolognesi, Fortitudo e Virtus, dopo inizi positivi nella prima giornata, hanno avuto in sorte dal nuovo calendario al 2° turno due pezzi da 90, come Roma (per la F scudata) e Milano (per le V nere). E quindi, ancora una volta a braccetto, Fortitudo e Virtus si sono disunite, hanno subito perso certezze, ed hanno incassato la foga agonistica, e forse anche la maggior classe, dei rispettivi avversari, finendo subito sotto pesantemente nel punteggio: -20 la Fortitudo in casa con Roma, -22 la Virtus a Milano. C’è, però, una piccola ma sostanziale differenza nel computo della giornata bolognese: che la rimonta biancoblù, arrivata fino al -11, è stata rintuzzata senza troppi patemi dai romani, che hanno concluso in bellezza arrivando al +24 finale, mentre la rimonta bianconera a Milano è stata più nitida, chiara ed energica, e ha portato addirittura ad una roboante vittoria, ad un certo punto insperata ed impossibile da pronosticare. E, nonostante i percorsi paralleli, è palese come i diversi finali diano ora alle 2 facce di Basket City umori e convinzioni del tutto contrari, quasi dicotomici. In parole povere, la Virtus esce dalla seconda giornata di campionato con la nomea acquisita di grande vera, capace di espugnare subito, e in rimonta, uno dei parquet presumibilmente inviolabili della nuova stagione, quello di Milano. Dall’altra parte del cielo cittadino c’è invece una Fortitudo già confusa, che dopo due sole giornate rivede immediatamente gli spettri della scorsa stagione e pure di quella precedente. Domenica prossima, anche se siamo solo ad inizio stagione, ci saranno già verdetti pesantissimi, nel bene o nel male. Non ci sono vie di mezzo, del resto, a Basket City.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.