Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Un’incornata del bomber Zampagna, a circa venti minuti dal termine, regala la vittoria al Sassuolo ed il primato solitario in classifica. La squadra di Mandorlini, dopo un primo tempo in cui si era vista respingere almeno quattro grandi occasioni, ha subito l’intraprendenza ospite nella prima parte della seconda frazione, ma il gol di Zampagna, su assist al bacio di Consolini, ha spianato la strada verso il successo. Nei venti minuti finali l’Ancona ha faticato ad abbozzare una reazione e solo nel finale, con Surraco e Miramontes, ha messo i brividi ai padroni di casa.

SASSUOLO

L’allenatore del Sassuolo, Andrea Mandorlini: “Sapevo che sarebbe stata una gara difficile, abbiamo spinto tanto nel primo tempo, abbiamo avuto occasioni clamorose e all’intervallo i ragazzi si sentivano sfiduciati per non essere riusciti a chiudere la frazione in vantaggio. Nella ripresa abbiamo sofferto, è affiorata un po’ di stanchezza, ma è giusto soffrire per ottenere risultati importanti. Voglio dire bravi a tutti i ragazzi per quello che hanno fatto soprattutto in fase difensiva, non era facile con una retroguardia in emergenza, ma sono contento. Ora speriamo di recuperare pian piano alcuni elementi. Consolini si è fatto trovare pronto appena ha avuto un’occasione. In questa squadra, prima o poi, il momento buono per scendere in campo arriva per tutti e oggi la vittoria è stata anche merito suo. Dobbiamo sempre migliorare, fare più punti possibili e poi vediamo dove arriviamo. Ora siamo contentissimi del primato e giocheremo ogni partita al massimo”.

L’attaccante del Sassuolo, Riccardo Zampagna: “Alla fine del primo tempo avevo pensato di chiedere il cambio perché non sembrava proprio la mia serata. Non mi era mai capitato di avere tre palle gol così e di non riuscire a concretizzarne nemmeno una. Nella ripresa poi è uscito il cuore di tutti e ringrazio i compagni perché hanno fatto tutti un’ottima partita. Faccio i complimenti in particolare a Consolini, che si è fatto trovare pronto nel momento giusto. E’ un giocatore di cui nessuno forse si era mai accorto, ma che è stato e sarà ancora molto importante per noi. Era un po’ di tempo che non facevo partite di questo tipo, di grande quantità. Ho dato profondità alla squadra e sono contento della vittoria. Sarebbe stata una serata molto amara se non avessimo conquistato l’intera posta in palio”.

ANCONA

L’allenatore dell’Ancona, Francesco Monaco: “Che il Sassuolo fosse un avversario difficile da affrontare lo sapevamo dall’inizio. Loro sono una buona squadra e noi gli abbiamo concesso troppe occasioni nel primo tempo anche se non sono state concretizzate. Nel secondo tempo siamo migliorati, ma abbiamo subito il gol nel nostro momento migliore. Abbiamo cercato di recuperare, alla fine abbiamo avuto qualche opportunità, soprattutto quella di Miramontes, ma non abbiamo segnato. La prestazione è positiva, dispiace perché i ragazzi han dato tutto, ma adesso dobbiamo metterci lì con la testa per preparare la partita di sabato prossimo. C’è rammarico perchè sul gol c’è stato un malinteso fra i ragazzi, Zampagna è un giocatore importante per la categoria e ci ha punito. Ripeto, fa male perché abbiamo giocato bene. Sull’occasione del presunto rigore su Mastronunzio penso che ci fossero gli estremi, lui ha scavalcato Bressan e doveva solo appoggiare in rete il pallone”.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.