Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Terzo posto al “4º Memorial Adolfo Zeppieri” per la Carife, che ieri sera, grazie ad un Marco Allegretti in serata di grazia (21 punti messi a segno dall’ala bianconera in 25’ di gioco, con 5/7 alla conclusione da fuori), batte la Solsonica Rieti nella “finalina” del quadrangolare ciociaro. Il Club è al completo, mentre la Solsonica è priva della coppia Usa: Wilmont è arrivato a Rieti solo nella mattinata di sabato, Pasco è atteso in terra sabina mercoledì.
Coach Giorgio Valli comincia con Collins-Riley-Allegretti-Nnamaka-Jamison e l’avvio della gara è all’insegna dell’equilibrio (5-5 al 3’). I primi cambi chiamati dal tecnico bianconero portano gli esiti sperati: Ebi per Jamison in posizione di centro, con Nnamaka ala forte ed Allegretti ala piccola. Come era capitato contro Caserta, ci penserà Andre Collins a “spaccare” il match, ben coadiuvato da Riley e Sacchetti (17-7 al 7’, break bianconero di 12-2 in 4’). Ferrara, a differenza della prima frazione della gara contro l’Eldo, difende bene, anche se nel finale del primo parziale Rieti si riporta a -5 (20-15). Ad avvio del secondo periodo comincia lo show in attacco dell’ex reatino, adesso al Club, Fabio Zanelli (25-17 al 12’), con la Solsonica che è mantenuta a galla da Gigena (25-21 al 13’) e dal greco Sklavos, autore di 10 punti all’intervallo lungo. Nnamaka ha la mano morbida al tiro dalla media distanza, Farabello delizia con alcuni assist dei suoi, propiziando, con i cesti di Jamison, il massimo vantaggio bianconero (36-23 al 16’). Ci penserà ancora una volta Sklavos a riportare a -5 la compagine allenata da coach Lardo (38-33 al 18’, contro break reatino di 10-2 in 2’).
Il finale del primo tempo e, soprattutto, l’avvio della ripresa premia la Carife: tre bombe consecutive di Allegretti in 3’ ed i bianconeri volano al nuovo massimo vantaggio (53-38 al 23’). Il greco della Solsonica, Sklavos, continua a subire falli (8 alla chiusura del terzo parziale) ed a convertire in liberi a bersaglio le penalità subite (19 punti al 30’, con 12/12 dalla lunetta). Al 27’ è -3 Rieti (53-50, nuovo contro break di 12-0 in 4’). Chiude come meglio non poteva il terzo quarto la Carife, con Nnamaka e Farabello: del capitano la tripla del nuovo +12 (64-52 al 30’). Sklavos e Campbell, nella serataccia al tiro del playmaker Green, provano a mantenere a galla il team sabino, calato visibilmente durante l’ultimo parziale della gara, deciso ancora una volta dalla tripla di Allegretti (72-56 al 32’). Il vantaggio bianconero si dilata con grande merito: +18 al 35’ (80-62), addirittura +25’ al 38’ (88-63), con il protagonista che ha un nome ed un cognome: Marco Allegretti, autore di una gara ai limiti della perfezione. Alla fine sarà 88-70 Carife, che chiude con il terzo posto conclusivo il torneo di Veroli. Dopo l’arrabbiatura alla chiusura della gara contro Caserta, coach Giorgio Valli può ritenersi soddisfatto della gara contro Rieti.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.