Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

PROBLEMI fisici in casa della Vanoli Soresina, prossima rivale della Trenkwalder. L’esperta ala italo-argentina .Silvio Gigena.ha rimediato una contusione al ginocchio domenica scorsa contro Roseto e per qualche giorno sarà a riposo. Fermo, sempre dopo uno scontro di gioco, anche .Luca Bernardi., che ha patito una lieve distorsione al ginocchio e per ora si trova ai box.
A queste defezioni, già conosciute dal 12 ottobre, la formazione cremonese ha dovuto aggiungere quella del centro .Marco Cusin.. Durante l’allenamento di martedì, alla ripresa, il pivot friulano è atterrato con violenza a terra, picchiando la schiena al suolo. Nell’impatto anche il collo ha riportato un brusco contraccolpo e il giocatore ha ora la schiena bloccata: lo staff medico della Vanoli ha già iniziato le terapie per risistemarlo e presentarlo in campo già contro i biancorossi reggiani,
Nel frattempo, i superstiti cremonesi si stanno allenando, provando soprattutto gli schemi offensivi, per cercare di inserire nei meccanismi di gioco il nuovo arrivato, un giocatore di gran nome come l’italo-americano .Dante Calabria., che ha esordito domenica scorsa con Roseto. Un giocatore che ha già dato il suo meglio, ma che mantiene una mano eccellente dall’arco, molto esperto e molto malizioso e conferma come anche Soresina punti decisamente in alto. E lo confermano gli acquisti: non si firmano Calabria e .Troy Bell. per puntare alla salvezza.
A proposito di Bell, la talentuosa guardia americana – ex prima scelta Nba, ex Real Madrid, giustiziere di Reggio lo scorso anno con la maglia di Casale in un’impressionante serata balistica – è il primo marcatore del campionato a 23 punti di media. Finora non ha avuto percentuali strabilianti, 11 su 35 dal campo, ma comunque ha garantito buona produttività offensiva e soprattutto un pericolo costante per le difese, creando spazio per gli altri giocatori. Se poi si sveglia bene e infila una serata da 8 bombe filate (lo scorso in via Guasco ha fatto qualcosa di simile, tirando sempre da 7 metri), marcarlo è praticamente impossibile. Il suo limite maggiore è il carattere, Reggio ha tanti atleti per pressarlo e innervosirlo, provando a mandarlo fuori giri e fuori partita.

.L’ex di turno
.C’è anche un ex, in questa sfida, ed è Luca Infante, ancora molto amato dai tifosi cremonesi. Il capitano biancorosso è molto legato a Soresina, dove ha guadagnato molto minuti e disputato un’ottima stagione, e per lui questa non sarà una partita speciale. Finora è stato il più costante nella Trenkwalder, nonostante il problema al ginocchio, e contro la squadra dove si è messo in mostra vorrà far vedere ancora di più la sua efficacia.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.