Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

La Virtus lavora contemporaneamente su più fronti. Da una parte c’è il lavoro in palestra, in vista della partita con Montegranaro di domenica prossima, in cui torneranno a Bologna gli ex Sharrod Ford e Stefano Pillastrini. Dire che entrambi siano stati scottati dalla parentesi virtussina è un eufemismo: il lungo americano venne spesso utilizzato fuori ruolo (come molti ricorderanno l’allora coach Boniciolli sosteneva non fosse un centro quanto un’ala), finendo per snaturare una stagione che, numeri alla mano, così male non fu, ma che non è neanche lontanamente paragonabile a ciò che Ford ha prodotto in tutte le altre piazze in cui ha giocato. Per coach Pillastrini, poi, l’amarezza è forse ancora maggiore: pur di farlo arrivare in Virtus, il patron Sabatini giunse addirittura a liberarsi di Zare Markovski, allenatore che aveva appena raggiunto la finale scudetto con una squadra a dir poco alternativa. Nonostante questo atto d’amore, il feeling tra Pillastrini e le V nere non decollò mai, fino al clamoroso esonero per far posto a Renato Pasquali. Tutto questo, insomma, per dire che entrambi ci terranno parecchio, domenica, a far bene alla Futurshow Station. Ma si diceva dell’altro fronte sul quale sta lavorando la Virtus, che è quello del mercato in uscita: si torna infatti a parlare di Teramo interessata a Brett Blizzard. I bianconeri detengono il contratto del giocatore, ed è notizia di oggi che – secondo quanto riportato da un quotidiano – la Virtus potrebbe adire le vie legali nei confronti del giocatore per inadempienza. Ciò lascerebbe presupporre un irrigidimento nella trattativa: in realtà, probabilmente, significa invece che le parti sono parecchio vicine, e che si stia solo limando, pur con forza, gli ultimi spigoli.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.