Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Reggio Emilia deve essere dimenticata in fretta perché ancora non abbiamo fatto niente e all’orizzonte ci attendono ancora diverse battaglie. In sintesi, è stato questo il messaggio che Renato Villalta ha voluto mandare alla sua Virtus nei giorni scorsi. Domenica, infatti, per le vu nere si profila un altro incontro per nulla semplice. All’Unipol Arena arriva Avellino, squadra che nonostante un considerevole ritardo di preparazione resta, almeno secondo Villalta, una delle principali candidate al titolo.
Non a caso coach Vitucci può contare su un roster di assoluto talento.
Gaines, Banks e Harper possono togliere le castagne dal fuoco in qualsiasi momento, per non parlare delle grandi doti fisiche di Anosike, uno dei migliori lunghi della Serie A, con una media di 13 punti e 13 rimbalzi. Insomma, a Gilchrist il lavoro certo non mancherà, ma la Virtus, per vincere la seconda partita consecutiva, avrà bisogno di tutti. Prima di tutto, la squadra non deve perdere quell’umiltà che l’ha contraddistinta in diverse uscite e, allo stesso tempo, cercare di imporre il proprio ritmo alla gara. Come predica sempre Giorgio Valli, ruolo chiave lo avrà la difesa, che dovrà reggere soprattutto dal punto di vista fisico. Poi, chiaro, l’attacco dovrà fare il suo, cercando possibilmente di schiodarsi dall’ultimo posto della classifica nel tiro da 2.
Nonostante in settimana abbia saltato due giorni di allenamento per problemi fisici, Allan Ray sarà della partita, mentre ci sono ancora diversi dubbi sulla disponibilità di Portannese, alle prese con una tallonite che lo costringe a lavorare a parte.
rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/RVM_VIRTUS_20141205.mp4

Categoria: Basket, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.