Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Adesso sentirete dire che il match di ieri della Virtus era di ben poca difficoltà e di ben poco spessore, che trattandosi di una “coppetta” ci mancava pure che i bianconeri perdessero, che i veri test saranno altri, e che quello contro il Galatasaray, dopo la sconfitta di Coppa Italia, è stato praticamente un brodino. Niente di tutto questo: gli avversari di ieri erano di ottimo livello, ed il +16 portato a casa dalle V nere tutto è stato tranne che scontato. I turchi sono secondi nel loro campionato con 16 vittorie e 3 sole sconfitte, precedendo ad esempio il Fenerbahce che è in Eurolega nel girone di Siena, ed hanno giocatori di grande mestiere ed esperienza come Besok e soprattutto Gurovic, ex campione del mondo con la Nazionale serba nel 2002 a Indianapolis. Inoltre le motivazioni del Galatasaray ieri erano fortissime: nel match da cui è uscita sconfitta, la formazione turca si giocava tutte le proprie chance di qualificazione, e Gurovic e compagni avevano già battuto i tedeschi dell’Oldenburg, proprio quelli che tre settimane fa giustiziarono la Virtus direttamente a Casalecchio. Invece, con la terza vittoria su quattro gare nel girone di Eurochallenge, la squadra di coach Boniciolli, oltre ad aver eliminato una diretta concorrente dalla corsa alla qualificazione, a questo punto ha serie possibilità di finire prima nel proprio girone, aprendosi di conseguenza una teorica strada verso la Final Four europea. Ora Boykins e compagni sono attesi da quattro trasferte consecutive: in rapida successione le V nere andranno ad Avellino, Oldenburg, Rieti e Kiev. Un bel banco di prova, insomma, per valutare le ambizioni della squadra, sia in Italia che in Europa.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.