Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/virtus_okok_20151002.mp4

Torna il campionato di Serie A e il debutto stagionale della Virtus Obiettivo Lavoro è da cartellone: all’Unipol Arena arriva infatti l’Umana Reyer Venezia, guidata da Carlo Recalcati che nell’occasione festeggerà la 900ma panchina nella massima serie (sono 532 le vittorie per il tecnico tre volte campione d’Italia). Quella tra Virtus e Reyer è una sfida ricca di fascino e storia. La “prima volta” ufficiale in campionato risale al lontano 1937, nell’incontro di andata del girone B di Divisione Nazionale, giocato a Bologna e vinto dalla Virtus di Dondi e Marinelli, Girotti e capitan Vannini, col risultato di 31-25. Da allora le sfide in serie A sono state 76, con la V nera in vantaggio nel computo delle vittorie: 44, contro le 32 della Reyer. Continua la distribuzione delle tessere agli abbonati nella sede Virtus di via dell’Arcoveggio 49/2 e domani, sabato 3 ottobre, gli uffici resteranno eccezionalmente aperti dalle 9.30 alle 13. Sarà possibile ritirare le tessere e si tratterà dell’ultimo giorno utile per sottoscrivere nuovi abbonamenti. Sarà inoltre possibile acquistare biglietti per la partita di domenica. La partita Obiettivo Lavoro-Umana Reyer Venezia inizierà alle 18.15. Gli arbitri dell’incontro saranno Begnis, Mazzoni e Paglialunga. Nonostante le ripercussioni che potrebbe anche avere lo sconvolgimento societario, che dovrebbe avere una sua soluzione il 13 ottobre con il CDA della Virtus, si torna in campo con un precampionato tra alti e bassi, dovuto soprattutto ai diversi infortuni che hanno coinvolto soprattutto i lunghi. Al momento però preoccupa soprattutto la situazione di Allan Ray. Il capitano è stato fermo anche ieri per un dolore al piede destro che lo tormenta da più di una settimana, e sarà valutato oggi. La speranza di tutti è quella di vederlo in campo per l’esordio, che sarà decisamente in salita. La scelta fatta da Venezia è stata simile a quella bianconera, con un budget però decisamente molto alto: è stato confermato lo zoccolo duro della squadra, e ai vari Goss, Ress, Peric, Ortner, Viggiano, eccetera sono stati aggiunti giocatori di valore ed esperti come Mike Green, Josh Owens da Trento e l’interessante tiratore greco Bramos.

Categoria: Basket, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.