Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Non c’è pace in casa Virtus. Marcelus Kemp è ancora negli States, al capezzale della nonna malata: ma già quando venne dato il benestare per la partenza dell’atleta americano, la società bianconera espresse un po’ di giustificata perplessità per l’assenza di Kemp, perfettamente coincidente con le festività natalizie e quindi un po’ dubbia. Ora, quando il giocatore è assente da ormai una settimana, la Virtus non ci sta più ed ha posto un ultimatum all’atleta di colore, comunicando al suo agente che Kemp dovrà essere a disposizione 48 ore prima del match con Cremona, ovvero dopodomani. Pertanto il giocatore dovrà salire per forza sull’aereo nella giornata di domani: in caso non succedesse, la società sarebbe pronta al taglio. Sembra però abbastanza aleatoria la possibilità di una reale interruzione del rapporto: in tal caso, infatti, la società sarebbe costretta a privarsi di uno dei propri migliori giocatori, essendo tra l’altro costretta a pagarlo regolarmente sino a fine stagione. Non è infatti praticabile la strada del licenziamento per giusta causa, dal momento che il giocatore ha in mano l’ok della società per andarsene in America, nel quale mancava un numero “x” di giorni concessi, e che quindi indirettamente costringeva il giocatore semplicemente a “non esagerare” con l’assenza. Più facile, quindi, che si cerchi semplicemente di forzare la mano a Kemp, spingendolo a tornarsene all’ovile prima possibile. Anche perché, sotto Natale, pretendere che l’atleta trovi assolutamente oggi un biglietto aereo per l’Italia per partire domani, è sinceramente eccessivo, e soprattutto sarebbe una faccenda impugnabile con facilità da qualsiasi agente. Si attendono quindi con curiosità i prossimi eventi.

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.