Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/RVM_VIRTUS_20150205.mp4
Detto fatto. Dopo le parole di ieri di Arrigoni oggi l’ufficio stampa ha fatto uscire un comunicato nel quale si materializza l’addio tra Ariggoni e la Virtus. Materialmente la comunicazione dice “A seguito di un nuovo accordo, Virtus Bologna e Bruno Arrigoni, nel rispetto del rapporto di consulenza in vigore fino al 30 giugno 2015, hanno concordato di svolgere il relativo programma di collaborazione senza più richiedere la presenza dello stesso Arrigoni agli allenamenti e alle partite della prima squadra.”. La sostanza è molto semplice: Arrigopni verrà pagato fino al termine della stagione ma le sue mansioni saranno prese da Sandro Crovetti. Così come già accaduto con la scelta di reddic da Pesaro. Dunque Valli avrà sempre più voce in capito anche per l’aspetto delle scelte dei giocatori e dunque le mosse di mercato saranno fatte dalla triade Vcalli, Crovetti e Villalta.
Intanto la partita di domenica tra Caserta e Virtus sarà la sfida tra due squadre in forma, reduci entrambe da tre successi di fila.. la squadra campana è guidata da Vincenzo Esposito, che dopo i problemi con Molin e Markosvki e le tantissime operazioni di mercato sembra finalmente aver trovato il bandolo della matassa.” Sono chiuso qui in palestra dalle nove di mattina alle otto e mezza di sera. – ha detto a Stadio – Arrivo a lunedì stremato. Anche perchè fino ad ora sono andati via manager, due allenatori, proprietari separati in casa. Un film dell’orrore. Sono partito con due sconfitte contro squadre fortissime. Però mi hanno fatto capire cosa servisse. Ora siamo gruppo e squadra. Come da giocatore, sono stato buttato in campo a 15 anni, a 18 ero in Nazionale. Da allenatore il progetto era più graduale, invece tra Agrigento, Imola e qui stiamo esagerando. Ancora in campo? Ho già dato l’anno scorso, tre infortuni. L’ho fatto volentieri, a Imola sono legato”. A proposito della Virtus dice: “Sono molto più atletici di noi, con due o tre talenti. In alcune cose ci somigliamo, per altre non ci possiamo paragonare, hanno trovato la quadratura molto prima. Valli ha fatto un grande lavoro, creando la chimica, e apportando la modifica giusta con Reddic. Che partita sarà? Dovremo contenere la loro potenza fisica e giocare con questa intensità e collaborazione. Serve a dare un’anima. Preparato qualcosa per Ray? E’ un giocatore di talento. Però mi preoccupano di più i lunghi. Mi spiego: su Ray la partita la prepari comunque, il problema è se si aggiungono gli altri. All’andata Mazzola ci ha massacrato. Con la Virtus è sempre derby? Dalla panchina lo sento meno. E’ chiaro che sono marchiato a fuoco Fortitudo, il cuore è quello. Eppure sarei onorato se la Virtus mi chiamasse ad allenare. In passato ho sperato nella Fortitudo, sono due società dove andrei di corsa, indipendentemente dalla classifica. Sentito dei 4000 per il derby under 19? Incredibile. Dicono che la nuova città del basket è quella o quell’altra. La verità è che Bologna è sempre Bologna”.

Categoria: Basket, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.