Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

62-72
TRENKWALDER: Fultz 12 (6/9), Carra 2 (0/1, 0/2), Young 18 (7/11, 0/2), Smith 14 (5/8, 0/1), Maestrello 6 (2/4, 0/3), Vay 4 (2/4), Skornik (0/2), Defant 1 (0/1), Ancellotti 5 (2/4), Derraa. All. Marcelletti
LIVORNO: Saccaggi 4 (1/2, 0/3), Giuri 6 (3/3, 0/2), Boyette 24 (7/8, 2/2), Rosetti 13 (4/6, 1/1), Kemp (0/1), Bagnoli 16 (6/8, 1/2), Ostler 5 (1/2, 0/4), Foiera 4 (2/5, 0/1), Simeoli (0/1). N.E. Marini e Casella. All. Dell’Agnello
Arbitri: Pasetto, Conti e Masi
NOTE: Parziali tempi: 14-20, 34-35, 40-58. Tiri liberi: Trenkwalder 14/24, Livorno 12/19. Usciti per 5 falli: Giuri. Rimbalzi: 29-28 per la trenkwalder. Spettatori 200 circa.

LA TRENKWALDER non decolla e cede nettamente a Livorno nella semifinale del torneo Carrara di Pistoia. I biancorossi pagano a caro prezzo le assenze dei lunghi Heinrich, Melli e Infante ma dimostrano anche una preoccupante sterilità offensiva che li porta a realizzare solo 6 punti nei 10 minuti del terzo quarto. Un piccolo campanello d’allarme su cui dovrà riflettere lo staff tecnico e dirigenziale biancorosso.

EQUILIBRATO. In realtà il primo tempo della sfida con i toscani non era stato niente male. Grande intensità, difese durissime su entrambi i fronti e una partita giocata sul filo dell’equilibrio, anche se la Trenkwalder era costretta sempre ad inseguire e si dimostrava eccessivamente Young-dipendente. Un problema dovuto, probabilmente, alla mancanza di soluzioni offensive vicino a canestro. In queste condizioni anche Smith è sembrato troppo evanescente e leggero ed ha faticato moltissimo. In ogni caso al riposo la gara era sul 35-34 per Livorno.

CROLLO. L’incubo biancorosso, però, si concretizza al ritorno in campo. Reggio segna solo 6 punti in 10 minuti (2 Young, 2 Fultz, 1 Ancellotti e 1 Defant) mentre Boyette fa la differenza con Fultz che lo soffre moltissimo. Livorno piazza un break importante e sale sul più 11 senza più farsi riprendere. La Trenkwalder mostra un gioco troppo macchinoso, sbatte contro la difesa labronica e solo nel finale del match, quando i ragazzi di Dell’Agnello mollano un po’ la presa, riescono a recuperare qualche punto. Oggi i reggiani giocheranno alle 19 la finale per il 3° posto contro la perdente del match tra Pistoia e Sassari.

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.