Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Per Ravenna e Cesena non ci sono appelli: la vittoria è obbligatoria. Per uscire dalla crisi delle ultime settimane, tutte e due le cugine romagnole sono chiamate ai tre punti, e questo è il filo conduttore del quinto turno di campionato.
Il compito più semplice spetta di sicuro ai bianconeri che riceveranno il Lecco, squadra che sta attraversando un momento difficile. Nelle fila del Cesena rientreranno dalla squalifica Giaccherini e Ceccarelli, ma le attese sono tutte per Bonura, che dovrebbe partire titolare. Smaltito l’infortunio muscolare il centrocampista è stato impiegato nell’amichevole infrasettimanale e sembra avere già ritrovato il passo giusto. Davanti all’ex Foligno ci saranno Motta e Chiavarini, con Veronese fermo ai box, le cui condizioni verranno valutate soltanto nelle prossime ore. In dubbio anche Zebi con Molino che dovrebbe prendere il suo posto, mentre di sicuro marcheranno visita De Feudis e Sacillotto.
Un trasferta insidiosa attende invece il Ravenna che farà visita al Lumezzane dell’ex Nicola, formazione con l’organico più giovane del campionato. Mister Atzori farà debuttare Zecchi, tenuto a riposo soltanto a scopo precauzionale, e in mezzo al campo al posto dello squalificato Rossetti inserirà Bettega, chiamato finalmente ad esprimersi come nella passata stagione.
Senza Zizzari, l’attacco sarà formato da Gerbino Polo e Pettinari.
Nel test infrasettimanale ha ben impressionato Giampieretti che sarà con tutta probabilità tesserata nella prossima settimana.
E’chiamata invece riconfermarsi anche la Spal dopo le due belle gare disputate in settimana che hanno fruttato 4 punti. I ferraresi ospiteranno la Sambenedettese ultima in classifica.
La Reggiana, invece, è attesa dalla difficile trasferta in casa del Pro Sesto, formazione temibile specialmente davanti al suo pubblico.

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.