Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Il big match della sesta giornata non tradisce le attese e fornisce grandi emozioni al pubblico presente sulle tribune del Cierrebi Club, tra due formazioni nelle prime due posizioni della classifica, finaliste nel torneo della scorsa stagione e determinate a ritagliarsi uno spazio da protagoniste anche in questa annata: l’imbattuta Cagliari e la Libertas. Nel primo tempo Bologna non trova grande ritmo in attacco, sparacchiando dalla distanza e subendo qualche rimbalzo di troppo dalla coppia Ntumba-Warner, abile a fare valere il proprio straripante atletismo nelle vicinanze del ferro. Di contro la Meccanica Nova non affonda, ma resta in scia di una Cagliari che rallenta il ritmo, complice una panchina non lunghissima. La sirena dell’intervallo manda i team negli spogliatoi sul 24-31 per le ospiti.nella ripresa parte bene la squadra di Marco Savini, che trova due triple dalla distanza e altri due punti in penetrazione, un 8-0 che riequilibria la gara. Da lì in avanti grande equilibrio, come si addice ad un match tra due squadre di alta classifica, alla ricerca di una vittoria importante. Bologna mette la testa avanti 47-44 (al 30′) la Virtus Cagliari si affida alle invenzioni individuali di Warner, capace di trovare sempre due punti. Sarà proprio la numero 5 canadese di passaporto inglese sul 59 pari a 10 secondi a cercare i due punti della possibile vittoria, il tiro però è corto, la palla schizza fuori e la rimessa è Libertas. La palla dell’ultimo attacco finisce nelle sapienti mani di Zanoli che passa velocemente la metà campo, trova il varco in penetrazione alla ricerca di un palleggio arresto e tiro dalla lunetta; il tiro non arriva al ferro, ma la conclusione è viziata dal fallo della difesa sarda. Il cronometro segna 00.00, Zanoli ha cosi due liberi a tempo scaduto: il primo non và a segno, facendo trattenere il fiato al pubblico di casa, il secondo trova invece il bersaglio. Vince la Meccanica Nova 60-59 con la squadra a festeggiare la sofferta vittoria abbracciata sul cerchio di centrocampo e le tribune ad applaudire le proprie beniamine. Un successo arrivato nelle ultime curve della gara, dopo che Bologna aveva sprecato qualche pallone di troppo rischiando di compromettere quanto fatto di positivo sin lì, in particolare nei secondi venti minuti. Per Bologna due punti importanti che permettono di raggiungere la vetta della classifica e fanno fare un altro piccolo passo alle bolognesi nella corsa al pass per le Final Four di Coppa Italia 2011.

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.