Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Gli anni passano, le passioni restano. Si potrebbe sintetizzare così con queste poche parole quello che vi sto andando a raccontare. La sezione A.I.A di Bologna quest’anno compirà i suoi 90anni. La casa dei fischietti bolognesi è la più vecchia, pardon, longeva d’Italia perché definirla, vecchia è sicuramente sbagliato. Con i suoi oltre 400 tesserati, ci sono davvero tanti giovani coraggiosi che ogni domenica mattina mettono in spalla il grande borsone nero talvolta più pesante e grande di loro, indossano la divisa che negli anni è cambiata ma che nei cuori di tutti rimane sempre la giacchetta nera e vanno a fare l’unica cosa che realmente li riempie di orgoglio, far rispettare le regole all’interno di un rettangolo verde. Giovani ma non solo, come nella vita, come nell’Aia l’apporto dei cosiddetti senatori è fondamentale, la loro esperienza, loro saggezza rende gli incontri settimanali alla nota rotonda Aia un momento di crescita umana e professionale. Un evento i 90anni che vanno quindi celebrati in maniera degna, e il presidente sezionale Antonio Aureliano con tutti i suoi consiglieri e non solo, ha organizzato una serie di eventi che si concluderanno al triplice fischio con la festa finale il 26 Maggio , in concomitanza con la consueta ma speciale festa Bernardi dove si premierà il miglior arbitro debuttante in serie A per la stagione 2010-11. Si parte il 28 febbraio 2012 ore 20,30 al Teatro Antoniano di Bologna con la messa in scena di “Elogio Del Fuorigioco”. Il testo di quest’opera teatrale è tratto dal racconto di Carlo Ridolfi “ Elogio del Fuorigioco della vita” e da pensieri di poeti e soprattutto arbitri. In scena molto fischietti della sezione di Ancora dove per la prima volta è andata in scena. Presenti sicuramente esponenti della politica bolognese, come il Sindaco,l’ Assessore allo sport, ma anche esponenti dello sport giocato e praticato. Ma non solo domenica 25 marzo 2012 presso la sezione di Bologna, ci saranno 12 Sezioni che si contenderanno il trofeo dei 90 anni sfidandosi a calcio a 5. Un’intera giornata di sport tra amici di tutta Italia, per celebrare la grande storia bolognese, che sarà replicata per gli amanti del calcio a 11 questa volta il 25 Aprile anche qui la sfida è aperta tra le sezioni di tutta Italia. In un ambiente dove criticare il direttore di gara è sempre molto facile e anche comodo, un bel avvenimento che mette in risalto gli aspetti belli di un associazione nello specifico quella bolognese, con i suoi 90anni ha sfornato uomini in primis e arbitri del calibro di Bernardi, Galeati, Scorzoni, Collina e non per ultimo Rizzoli, solo per citarne alcuni.

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.