Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

A Ferragosto era “l’estate più bella”: tutti felici di brindare in Comune al nuovo Gira in orbita Virtus. A Natale il basket ad Ozzano potrebbe consumare la sua cena d’addio. Sul Gira palestra dei giovani bianconeri, Claudio Sabatini ha messo ieri una pietra (quasi) tombale. L’han contestato, in paese, e lui s’è stufato. Strano, in 7 anni di Virtus era capitato spesso. Dice allora chi ne sonda i segreti umori che gli si è riconficcato un chiodo in testa. Il Bologna. L’accarezza da anni. Lo contese dapprima a Cazzola, ne propose poi inascoltate sinergie ai Menarini, l’ha sempre covato come una voglia matta, e potrebbe ora scommettere sul collasso, visto che di Bologna in vendita si mormora ormai ovunque. Lui aspetta, fa battutine acide (“bravo il Geometra a scegliersi i compagni di viaggio: prima Cazzola, poi Tacopina, poi Porcedda”), e intanto ha girato pure qualche vistoso spot da bravo dirigente, riempiendo la Station al turno inaugurale del basket, non certo per vincere scommesse col suo addetto stampa. Aspetta, spera e intanto esce da altre avventure. Il Gira era “un’esperienza forte, la A Dilettanti fatta con un club glorioso e un progetto proiettato nel futuro”. Oggi è un’idea da deporre, e non attacca che lo sia per poche decine di tifosi che l’insultano. Frattanto, pure la Futur Show Station, la radio che aveva creato interesse ed ascolti con un’aggressiva informazione sportiva, liquida firme e programmi ad uno a uno. Molto sta finendo e si vedrà cosa inizierà, nell’orto di Sabatini che, più che uomo di progetti, riappare come agitatore di blitz e di fulminee accensioni. Ieri intanto il boss ha messo in un angolo Ozzano, una retromarcia che certifica la fine dell’idillio e anticipa quella del progetto. Il “college” bianconero potrebbe chiudere già a dicembre, parola sua. Non tanto per guai tecnici (ma la sola vittoria in 4 gare stride per contrasto con la squadra baldanzosa che un anno fa veleggiava ai vertici e andava al PalaDozza a far la guerra alla Fortitudo), quanto per ostilità ambientali e bilanci pesanti. La scintilla è stata una dura lettera aperta di alcuni tifosi del Gira al sindaco di Ozzano, Loretta Casotti pubblicata nei giorni scorsi e la risposta non si è fatta attendere.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.