Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Conad Fortitudo-Monfalcone 51-48
Parziali: 12-18; 28-27; 39-30.
Conad Fortitudo: Legnani 2, Politi 5, Nieri 10, Chiappelli ne, Venturoli 10, Alibegovic 5, Montano 5, Innocenti 2, Zambrini 10, Acquaviva 2. All. Giuliani.
Monfalcone: Batich 10, Bartolini, Turel 5, Graziani 12, Benigni 7, Vecchiet 5, Cantarello 2, Braidot 5, Tonut 2, Candussi. All. Padovan.
Arbitri: Saitta e Pais.
Note. Tiri da due: Conad Fortitudo 18/46; Monfalcone 10/32. Tiri da tre: 2/12; 6/28. Tiri liberi: 9/14; 10/13. Rimbalzi: 45; 42.

Davanti al pubblico amico (e a Carlton Myers), la Fortitudo torna a vincere, e lo fa imponendosi sulla capolista Monfalcone. Dopo un primo tempo equilibrato, la Conad chiude in difesa e trova le risorse per l’allungo, per poi reggere l’assalto ospite nel finale. “La squadra continua a crescere con grande cuore – sono le parole a caldo di Giulio Romagnoli – e sono convinto che da qui alla fine di questo lungo campionato uscirà ulteriormente tutto il nostro potenziale. Oggi merita una citazione particolare Nicola Nieri, che si sta dimostrando uno dei pilastri di questa squadra. La dedica per questa vittoria va al nostro pubblico, per la pazienza e il calore dimostrato, e, non avendo potuto farlo quando era presente, dedichiamo questo successo casalingo al nostro presidente Giorgio Seragnoli”.

Subito in quintetto per la Conad il nuovo arrivato Zambrini, con Acquaviva, Legnani, Nieri e Politi, mentre Monfalcone schiera Batich, Graziani, Vecchiet, Cantarello e Braidot; lunga la lista degli assenti, da una parte Lamma (in stampelle a bordo campo, in compagnia della fidanzata) e Carretta, dall’altra Laezza e Budin. Si parte con la Conad imprecisa al tiro ma attivissima al rimbalzo (7 catturati nei primi 3’), con Zambrini che alla seconda conclusione va a bersaglio. Dal 6-3 iniziale, però, la Fortitudo rimane a secco per 5’ mentre Monfalcone insacca due triple con Graziani e sorpassa sul 6-12.

I friulani allungano fino al 12-20 poi la Conad, trovando spazi in contropiede, arriva fino al sorpasso con un break di 9-0. In avvio di secondo periodo c’è la standing ovation del PalaSavena per l’arrivo di Carlton Myers, applauditissimo dal popolo fortitudino. Quando dietro la Conad riesce a contenere l’ispirato Graziani, unico giocatore a segnare dall’arco nell’intero primo tempo, si aprono ulteriori spazi per correre e Zambrini è tra i più brillanti in fase realizzativa con 8 punti. A firmare il sorpasso ci pensa Venturoli, con un piazzato, per il 26-25 poi il tiro fuori equilibrio di Zambrini, allo scadere dei 24” offensivi, permette ai biancoblù di portarsi al riposo in testa, sul 28-27. All’intervallo, i migliori realizzatori sono Zambrini e Graziani, con 10 punti a testa, mentre Myers si presta con piacere a foto e autografi a fan, grandi e piccoli: “Fa piacere vedere che anche in B2 ci sia così tanta gente a seguire la Fortitudo. Io non penso di tornare a giocare: sono qui solo per vedere della pallacanestro, dopo averci giocato per 25 anni”. Da segnalare in tribuna anche la presenza del giornalista Sergio Tavcar.

Al rientro in campo cinque punti consecutivi di Montano, che insacca la prima tripla di squadra, valgono il massimo vantaggio della Conad sul 33-27. Nella metà campo difensiva la formazione di Giuliani mette in campo tanta aggressività, pressando sul portatore di palla e concedendo poco e nulla a rimbalzo, con il risultato che Monfalcone produce appena un canestro nell’intero periodo. E così la Conad, con la prepotenza atletica di Nieri e la bomba in transizione di Alibegovic, raggiunge il 39-30 nelle ultime curve della frazione, poi ancora Mirza va a segno per il 43-33. Nell’ultimo periodo Monfalcone si avvicina a 6’ dalla fine sul 45-38 con la tripla di Batich, con la Fortitudo che, dopo qualche errore di troppo, prende le redini del match. La formazione di Giuliani allunga con i liberi di un tonico Nieri prima e Venturoli poi, fino al 51-40 a 1’52” dalla fine siglato dallo stesso Nieri su assist di un lucido Montano, in un PalaSavena già in clima di festa. Monfalcone accorcia a 35” dalla fine con la tripla di Braidot per il 51-48, quindi nell’attacco successivo Montano viene fermato al termine di un’azione dubbia; nell’ultimo possesso i friulani falliscono il possibile aggancio.

La Conad torna in campo mercoledì nel turno infrasettimanale sul campo di Rovereto (palla a due alle 18).

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.