Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Alla tanto attesa presentazione del progetto del Parco delle Stelle, che avverrà oggi all’ora di pranzo presso l’UNA Hotel di Bologna, la Fortitudo può arrivare mostrando finalmente un sorriso, generato dal successo contro lo Zeleznik. Una vittoria che mantiene la Fortitudo in piena corsa per il passaggio del turno in Eurocup (servirà una vittoria contro Artland il 6 gennaio, dopo la pausa per le Festività) e che regala un po’ di morale in vista della trasferta di domenica pomeriggio (ore 17, per evitare la concomitanza con Milan-Udinese) al Forum di Assago contro l’Armani Jeans.

GORDON – La principale nota lieta nel successo di martedi sera contro i serbi è stato Jamont Gordon, capace di trovare una reazione positiva dopo la disastrosa prestazione di domenica contro Avellino, chiusa dal faccia a faccia con un tifoso all’imbocco del tunnel degli spogliatoi. «Dovevamo riscattarci – dice Gordon – abbiamo giocato con l’aggressività che dovremo sempre gettare sul campo. L’episodio di domenica non è stato un fattore di disturbo, per me, io devo pensare solo a giocare al meglio, senza pensare a quanto accade intorno. I tifosi hanno il diritto di esprimere la propria opinione e, quando le cose vanno male, anche di criticarci». Gordon spera che la prestazione contro lo Zeleznik possa consentirgli di abbandonare un periodo difficile: dopo il successo contro la Benetton, in cui aveva firmato dieci canestri in fila senza errori, il rookie da Mississippi State aveva infilato una serie di prestazioni a dir poco deludenti, culminate con il -7 di valutazione nel derby ed un rendimento in Coppa che, prima della sfida di martedi, lo aveva visto viaggiare a meno di 9 punti a gara col 18% da tre. «Non sto giocando bene e non sono soddisfatto della mia stagione, ho giocato alcune buone partite ma posso e devo fare meglio, io per primo devo lavorare sodo per poter migliorare il contributo alla squadra. Non mi aspettavo che il livello di gioco qui fosse più basso, il basket è uguale ovunque, e comunque sono contento della scelta di venire in Italia. Ripeto, i fischi o le critiche non mi infastidiscono». Secondo Gordon, il cambio di allenatore potrà dare buoni risultati alla Fortitudo: «A patto che non allentiamo la tensione, perché altrimenti diventiamo battibili. Con Pancotto abbiamo aumentato l’intensità dei nostri allenamenti, il coach è esigente» dice il play-guardia, che minimizza l’episodio di fine primo quarto, quando al rientro in panchina Gordon è stato ripreso in modo vistoso da Pancotto. «Solo un equivoco, non c’è stato nulla di particolare».

PAPADOPOULOS – In meno di due settimane a Bologna, Lazaros Papadopoulos ha vissuto una varietà di situazioni che un giocatore normale vive quasi in un’intera stagione. Arrivato alla vigilia del derby, ha respirato la grande attesa e poi l’atmosfera della stracittadina, quindi ha conosciuto la rabbia del pubblico Fortitudo dopo il ko contro Avellino, e ha ricevuto i primi, convinti, applausi del Paladozza martedi sera: «Ogni gara fa storia a sé, per questo è difficile spiegare perché contro Avellino ho faticato e invece contro lo Zeleznik sono andato meglio. Per un giocatore, l’aspetto psicologico è fondamentale, e posso dire di aver trovato un’ottima situazione qui in Fortitudo. I miei compagni stanno cercando di farmi sentire come a casa». Il pivot greco, arrivato in prestito dal Real Madrid, fa sfoggio di ottimismo per il futuro: «La stagione è lunga, possiamo migliorare parecchio, non è importante vincere due gare di fila adesso, perché i conti si fanno alla fine, e alla gente rimane in mente il modo in cui si finisce la stagione».

Oggi presso l’UNA Hotel di Bologna ci sarà la tanto attesa presentazione del progetto del Parco delle Stelle, l’importante progetto immobiliare che darà sicurezza economica alla società. Il nuovo impianto vedrà la partecipazione di investitori statunitensi che già sponsorizzano la squadra.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.