Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/RVM_FORTITUDO_20150114.mp4
Che la Fortitudo avesse dalla sua i favori del pronostico si sapeva, ma che avesse così vita facile forse solo in pochi lo pensavano. Ieri infatti al Paladozza, la Effe ha dominato la partita contro Lugo, avversario che alla gara inaugurale del campionato diede il primo dispiacere a coach Vandoni. Un 84 – 63 finale che lascia poco spazio ad interpretazioni perché fin dalle prime battute si è trattato di un monologo biancoblu.
Ad aprire le danze è Sorrentino con 8 punti in cinque minuti di gioco, a dimostrazione di come stia tornando ai suoi livelli dopo i diversi infortuni che, almeno fin qui, ne hanno condizionato il rendimento.
Lugo paga fin da subito la notevole differenza di peso sotto canestro, senza incidere nemmeno da fuori. Per la Fortitudo, invece, è tutto facile. Una buona circolazione di palla e maggiore forza fisica le permettono la fuga, fino al 46 – 29 con cui si chiude il primo tempo.
Nella ripresa, l’ex Pederzini e i suoi compagni cercano di riaprire l’incontro, ma non sembra proprio giornata. Le più che incerte iniziative offensive e una difesa quasi inefficace permettono alla Fortitudo di continuare, indisturbata, a giocare la sua pallacanestro e il divario tra le due formazioni arriva a toccare quota 30 punti al 27esimo (65 – 35). Da lì in poi per i padroni di casa è sola ordinaria amministrazione e altri due punti preziosi per la corsa alla promozione.
Da segnalare l’ottima prova di Sorrentino, con 26 punti a referto, ma anche quella di Iannilli con 12, dominatore dell’area piccola nonostante i diversi raddoppi di marcatura a cui ha ricorso, invano, Lugo.

Categoria: Basket, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.