Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

E per fortuna che alla fine Matteo Pettinari evita la beffa per la Carisbo United. Perché perdere, a Bressanone, dopo aver guidato per almeno quaranta minuti, sarebbe stata una beffa. Il pareggio lascia intatte le possibilità di passaggio in semifinale, ma bisognerà vincere sabato, alle 15, al PalaSavena, quando si giocherà la gara di ritorno. Sbagliare e perdere, significherebbe chiudere anzitempo la stagione. Bologna in vantaggio 3-4, si lascia scappare gli altoatesini, 7 a 4. Ma è un attimo perché Bisori pareggia a quota 7 e Doldan supera sull’8 a 9. Volpi, due rigori falliti, non è in giornata. E’ in giornata Pivetta, che non sbaglia mai. Nella ripresa Bologna scappa: 13 a 16 e poi 14 a 20 sul primo gol su azione di Montalto. Sei gol di vantaggio sembrano un bel divario per una squadra che gioca e diverte. La Forst ci mette la grinta, il coraggio, ma il talento è tutto degli uomini di Tedesco che trovano conclusioni importanti anche da Provvedi. Bologna resta avanti e comanda fino al 21-26. Mancano sette minuti alla sirena, sembra finita. Ma non è così perché l’United smette di segnare, cerca soluzioni poco credibili in attacco e non difende più con la stessa rabbia. La Forst ringrazia e pareggia. E ha pure l’occasione di chiudere in vantaggio. Per fortuna che Pettinari ci mette una pezza. Ma sabato, per conquistare la semifinale, Bologna dovrà giocare per 60 minuti 60.Giocarne solo 53, come stasera, potrebbe non bastare.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.