Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

è una coppia attesa, che dovrà far assorbire alla Carife l’urto della serie A. Il miglior rimbalzista dell’ultimo campionato d’Israele (Ndudi Ebi) e il pivot di peso che domina l’area (Harold Jamison). Potenza ed atletismo, il mix che nelle speranze dei bianconeri dovrebbe risolvere parecchie difficili equazioni dentro l’area. Laddove regnano i vari Eze, Williams, Rocca o Ford, il Basket Club presenta un “abbinamento” che sulla carta è ben assortito: il puma Ebi (gambe esplosive e tecnica interessante) e il totem Jamison (tagliafuori robusto e gioco spalle a canestro).
Per ora, però, la curiosità di osservarli all’opera rimane intatta. Il tentativo di capire se Ebi-Jamison funzioneranno davvero, resta interrogativo che andrà risolto più avanti. Perché “Aroldo” dopo pochi giorni d’allenamento ha riportato un guaio muscolare e non è stato in grado di giocare le amichevoli di Rimini e con Pistoia. Né, il pivottone, giocherà oggi a Castel San Pietro contro Sassari. La terza avversaria estiva di Legadue che sarà affrontata dalla Carife, prima dei test con delle pari categoria previsti da sabato.
Jamison ha ripreso ad allenarsi con i compagni soltanto ieri, evitando accuratamente i contatti più duri. Logico che coach Valli non vada a forzare la situazione. «Diciamo che Harold comincia con noi soltanto adesso – sottolinea l’allenatore -, provando quello che facciamo a livello tattico. Ma non è certo pronto per disputare una partita, anche se amichevole. Poi nel fine settimana affronteremo formazioni di serie A, come noi: il livello si alza e non è il caso di rischiarlo».
Dunque, niente impiego oggi con il Banco. Molto probabilmente zero anche a Varallo Sesia (Vercelli) nel quadrangolare del fine settimana contro Capo d’Orlando, Biella e Cantù. Per osservare all’opera i “signori degli anelli” Ebi-Jamison, appuntamento a mercoledì 10 settembre a Montegranaro.
«È tutto sotto controllo – afferma Valli -, anche se si vorrebbe sempre di più. Stiamo rispettando i piani di lavoro, pur consapevoli che purtroppo il tempo per arrivare pronti al campionato non è poi così tanto. In questo momento, dopo due amichevoli già alle spalle, vorrei vedere maggiore continuità e più combattività».
A LEZIONE. Ieri mattina, intanto, ripasso tecnico-regolamentare per tutta la truppa bianconera. Soprattutto per Riley ed Ebi, che sono a digiuno di arbitraggi italiani. Grazie alla collaborazione dell’ex arbitro Pironi, gli atleti del Club hanno analizzato alcune particolari situazioni di gioco. Soprattutto alla luce delle novità regolamentari: infrazione di campo, passi (se un cestista scivola e cade con la palla in mano non sarà più infrazione), antisportivo (sarà fischiato anche per un contatto da dietro o lateralmente provocato per fermare un contropiede in cui l’attaccante non ha di fronte nessun difensore), fallo tecnico (verrà fischiato al giocatore che muove troppo i gomiti anche in assenza di contatto; lo si vede spesso durante un rimbalzo difensivo con la palla tra le mani). Ieri è stato utile rinfrescare la memoria.

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.