Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

La Meccanica Nova sale a Udine ed incassa la prima sconfitta del 2011, che chiude una striscia vincente di sette gare. La partita non ha tradito le attese e il big match della seconda giornata di ritorno tra la capolista Bologna e la prima inseguitrice Udine ha prodotto quaranta minuti di emozioni e spettacolo. Bologna parte con i motori al massimo, in difesa non si passa mentre in attacco le percentuali sono ottime (56%), subito un 0-8 che spinge le friulane a ricorrere al primo timeout dopo pochi minuti, ma Bologna non si ferma (2-17) sovrastando le avversarie in tutte le giocate di energia e reattività, oltre a giocare una pallacanestro molto efficace nella metà campo offensiva. Il primo quarto si chiude sul 9-21 ma è in generale tutto il primo tempo ad arridere alla Meccanica Nova, che conduce sempre il gioco con determinazione, salvo concedere qualche fallo di troppo in bonus che consente alla Delser di andare all’intervallo sul 29-39; un -10 quasi beffardo per quanto prodotto sin li dalle rossoblù. Bologna sà che non ha comunque ancora fatto nulla, e dopo l’intervallo si aspetta una forte reazione delle ragazze di coach Abignente, che puntualmente arriva. Madonna segna da due, quindi la comunitaria Dreimane spara due triple dall’arco, in 180 secondo i giochi sono riaperti con le padrone di casa nuovamente a -1 (parziale 13-1). Dopo trenta minuti, è la Libertas ad essere ancora in vantaggio sul 46-40. Marcella Filippi è chirurgica e trascina lentamente la partita verso la parità prima e l’allungo udinese poi. L’ala originaria di Bergamo firma una prestazione da 21pt con 6/8 da 2pt e 3/5 dall’arco, mettendo una firma decisa sull’andamento della gara. Bologna sa che l’obiettivo primario è difendere il doppio confronto (+11 all’andata), ma prova con tutte le forze rimaste a rientrare in partita; l’ultima zampata la firma Nannucci con canestro da 3pt che vale il 66-62 a 30’’ dal termine. Vincenzotti fa però 1/2 dalla lunette e ancora Filippi punisce in contropiede per il finale 69-62. Una partita in cui Bologna esce a testa alta, dopo aver giocato oltre trenta minuti un buon basket, cosi come va dato merito a Udine di averci creduto sino alla fine. Sicuramente due formazioni che potranno ben figurare nella post season. La Libertas resta al comando della classifica, anche se la Delser ora è solo a due punti di distanza. Nel pomeriggio intanto Cervia aveva battuto la Virtus Cagliari, vincendo la sua prima partita. Sarà proprio la Terme di Cervia il prossimo avversario nella 3° giornata, per il derby con la formazione romagnola.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.