Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Il mese di gennaio dell’Arcoveggio va in archivio con le sue tredici giornate di corse, le appassionanti Tris, tante emozioni e una serie di nuovi volti soprattutto a livello giovanile: individualità dallo spiccato tasso tecnico che troviamo riunite nel clou che apre il febbraio del trotto bolognese.
Domenica grandi firme, con i puledri di tre anni a reggere il qualitativo cartellone, sette al via, impegnati sulla distanza del miglio. Pronostico aperto ad una vasta rosa di candidati, dal rossoverde Mateus Bi, che con Roberto Andreghetti in regia ambisce alla terza vittoria consecutiva coadiuvato anche da un benevolo sorteggio, al pupillo del Team Baldi, Missile dei Bessi, senza trascurare toscani assai agguerriti come Mutucrone e Modigliani Mb, mentre per i romagnoli Macaone Jet e Mental Wise l’obiettivo è spostato verso la zona bassa del sostanzioso marcatore. Bello ed incerto anche il sottoclou, l’ottavo appuntamento pomeridiano che vede gli anziani in pista per un intricato handicap privo di seconde linee e con tanti ambiziosi partecipanti. Forma e collocazione tattica invitano a ben considerare Ebro As, un inquilino del primo nastro che Andrea Farolfi interpreterà con la consueta sagacia tattica, ma anche il veloce Gc Light,decaduto alfiere di Lorenzo e Giancarlo Baldi oggi in condizione di gestire la gara all’avanguardia, mentre tra i penalizzati spicca la condizione al top di Gladiator Lux , con il fido Maurizio Cheli alle redini, e di Guantanamela, valchiria di casa Meli ben assecondata dal talento di Beppe Lombardo Jr.
Bandiera abbassata alle 14.35 per l’ouverture agonistica, un miglio riservato alla leva 2006 che propone in Marathon Grif un favorito dalle considerevoli chance, mentre alla seconda i gentlemen si disputeranno il successo a bordo di discreti quattro anni, con la coppia Lyuma Gv/Nicola del Rosso in particolare evidenza sugli esponenti locali Luisito Ranch/Michele Canali. Bella la terza, una sfida per la generazione 2005 che offre rilevanti spunti di carattere tecnico grazie alle presenze di Love And Poison e Lambrusco Laser, mentre il progredito Lexus è una valida alternativa in chiave podio.
Tornano i gentlemen alla quarta corsa, e questa volta saranno gli anziani ad accompagnare la sortita in pista dei dilettanti, con il duo Gioiello Jet/ Gianfranco Kersbaum in particolare evidenza. Alla quinta Idea può replicare il recente assolo ravennate, mentre Endless Kronos ed Incendio si disputeranno una settima corsa dall’omogeneo campo partenti.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.