Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

La felicità per i tre punti ottenuti e la ritrovata serenità dell’ambiente dopo qualche settimana difficile, fanno da trampolino di lancio per la preparazione della partita con la Juventus di sabato prossimo con la Juventus. La bella notizia è certamente che Di Vaio non solo non ha smesso di segnare, ma la sua azione è sempre più incisiva. Che Britos si è nettamente ripreso dopo la negativa partita di Roma con la Lazio e che insieme a lui Terzi ha dato segni di ripresa, così come Zenoni e pure Lanna, che dopo qualche svarione iniziale è rimasto concentrato fino al termine, giocando su Bellucci con aggressività e precisione. La notizia negativa è la piccola contrattura a Mudingayi, Il giocatore di passaporto belga dovrà fermarsi un paio di giorni e poi le condizioni verranno valutate e si spera in una ripresa al 100% perché Mingazzini ma soprattutto Mutarelli non sono la stessa cosa. Soprattutto l’ex Lazio, per la prima volta da titolare, è sembrato l’unico fuori tono e condizione. Per carità nessuna bocciatura dopo appena un’ora di gioco, dopo che un giocatore è stato sei mesi fuori dal campo, ma l’ingresso di Amoroso nella stessa posizione ha fatto capire che fare a meno del pisano è in questo momento un volersi male. Mihajlovic ha detto che la staffetta era in previsione, anche perché Amoroso fa fatica a reggere l’intero incontro, mentre per un’ora è devastante e la sua verve in mezzo al campo è davvero fosforo per i rossoblu. Inoltre da sabato sarà nuovamente disponibile anche Osvaldo. Probabile che non entri dall’inizio e che si continui almeno a Torino con il 4-5-1 e solo dalla successiva partita con il Cagliari al Dall’Ara si possa osare un po’ di più, perché per salvarsi servono almeno altri 10-11 punti e dunque almeno altre tre partite bisogna vincerle e prima si comincia meglio è.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.