Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

La voglia c’è. Il carattere anche. L’orgoglio pure. Ma manca la chimica, l’organizzazione, e, al momento, una difesa che “tenga” con continuità. I primi 80’ dei Granchi hanno messo in luce la necessità di trovare al più presto le alchimie difensive giuste, visto che in attacco qualcosa si riesce sempre a trovare.
Trascinatori Gli assenti hanno sempre torto, soprattutto quando non torneranno mai. Però balza agli occhi, la fragilità attuale dei Granchi alla voce “intensità”, intesa come organizzazione difensiva e capacità di chiudere gli spazi agli avversari. Per come è composta, la rosa biancorossa è composta da tanti attori capaci di portare pressione sul portatore (McCray, Goss, Gurini, Pinton), ma sembra mancare, sugli esterni, l’uomo che francobolli il grimaldello altrui passando come una furia sui blocchi. Manca un leader difensivo? Forse si, soprattutto per chi era abituato a vedere in azione Omar Thomas.
Sarà un caso, ma le bombe di Casale – così come quelle di Jesi – nascono anche da cattive rotazioni: lo stesso C-Mac, volitivo e veloce, a Casale si è perso almeno 3 volte sui blocchi Pierich, con la conseguenza di tre triple pesantissime.
Onde Nel secondo quarto, l’attacco Crabs ha prodotto 16 punti dei quali ben 14 dalla lunetta, con l’unico “gol” di McCray ad una manciata di secondi dalla sirena. Nella ripresa, con un minimo di aggressività in più, Rimini si è distesa meglio e ha trovato ben 51 punti: il talento di Goss e McCray, i buoni movimenti di Rinaldi, e poco altro. Ma non sembra che segnare sia difficile, a differenza dell’anno scorso. Anche le percentuali sono più che discrete, così come i 39 tiri liberi tentati sono sintomo di pericolosità.
Senatori nascosti Kesicki era, ed è ancora, una scommessa, quindi la sua serata opaca ci sta tutta la vita. Su German Scarone e Sandro De Pol, invece, Massimo Galli punta ad occhi chiusi in quanto ad esperienza, cinismo, coraggio, capacità di prendersi gli altri sulle spalle nei momenti difficili. Mancano terribilmente, ai Crabs, i due senatori in ritardo di condizione e per ora un po’ fuori dai giochi. Il gaucho deve ancora “capirsi” con Goss, l’ex Varese ce la mette tutta ma per ora non riesce a lasciare il segno. La loro crescita coinciderà immediatamente con quella della squadra. Siamo pronti a scommetterlo.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.