Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

LOREN STOKES dovrà salutare l’Andrea Costa. La diagnosi di ieri ha confermato la lesione al crociato anteriore del ginocchio sinistro e per l’americano sarebbero necessari almeno due mesi e mezzo di riposo assoluto: decisamente troppi per la società che, con il campionato ormai alle porte, ha deciso di interrompere, seppure a malincuore, il rapporto contrattuale con il giocatore.
Stokes è stato sottoposto nel tardo pomeriggio di ieri ad una visita specialistica dal professor Alessandro Lelli a Bologna, un luminare del ginocchio.
Purtroppo però per la guardia americana nativa di Buffalo non ci sono state buone notizie. «Purtroppo è stato confermato quanto abbiamo comunicato giovedì — fa sapere l’amministratore delegato della scoietà biancorossa Gian Piero Domenicali — e cioè che c’è una lesione, uno stiramento del legamento crociato anteriore. Un infortunio che andrebe affrontato con un intervento in artroscopia, con conseguente assenza per quattro, cinque mesi. Senza operazione ci vorrebbero almeno due mesi e mezzo di riposo assoluto, che tradotto significa rinunciare a Stokes per almeno otto o nove gare; trattandosi di un giocatore importante per l’economia della squadra non possiamo proprio permettercelo. Per questo già questa sera (ieri ndr) o domattina (oggi ndr.) apriremo un discorso con il suo procuratore per chiedere la risoluzione del contratto, anche se lo faremo a malicuore, visto che il ragazzo è una bravissima persona».
MA PURTROPPO il basket non può lasciare troppo spazio ai sentimentalismi, e così l’avventura imolese di Loren Stokes si chiude con largo anticipo, dopo solo un mese e mezzo passato in città. Un avventura che, contando anche la perdita del bagaglio in aeroporto il giorno in cui è arrivato, Stokes non amerà raccontare agli amici.
A questo punto per l’Aget parte la caccia al sostituto. «Naturalmente abbiamo a disposizione una rosa di nomi che sottoporremo anche all’allenatore — continua Domenicali — e ci stiamo già muovendo per chiedere i prezzi. Se tutto va bene giovedì sera, alla presentazione ufficiale della squadra, contiamo di annunciarne l’ingaggio».
FRA GLI americani liberi potrebbe essere papabile l’ex Fabriano Mike Gansey o John Gilchrist (ma è un play). Intanto, terminati i suoi impegni in nazionale con la maglia della Danimarca, Nicolai Iversen è arrivato ad Imola per metttersi a disposizione di coach Massimo Bianchi, e già ieri ha preso parte all’allenamento insieme ai compagni.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.