Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Manca l’infortunato Saccaggi? Giuri ha problemi all’inguine? Rossetti ha una contrattura? Bagnoli non sta in piedi per via di un problema alla schiena? Boyette ha un virus influenzale che lo debilita? Foiera rientrava da un infortunio? Nessun problema, c’è lo spirito di squadra a far vincere. Basket Livorno è riuscita a battere l’Aget Imola al termine di una partita tesa e giocata punto a punto nella secondo parte, dopo che nei primi due quarti gli amaranto erano stati avanti anche di 16 punti. Dell’Agnello sceglie un quintetto molto alto con Simeoli, Foiera e Ostler in campo contemporaneamente assieme a Boyette e Kemp e questo permette ai labronici di avere un vantaggio notevole sotto ai tabelloni. In particolar modo Foiera, forse caricato dalle offese che riceve dai circa 30 tifosi giunti dall’Emilia in quanto ex giocatore di Ferrara, parte veramente alla grande lottando in difesa e realizzando canestri importanti. Imola decide di rispondere con un quintetto tutto sommato basso che però non regala i frutti sperati tranne qualche tiro dalla distanza. Kemp è una macchina da punti e taglia spesso la difesa imolese con penetrazioni importanti, mentre Boyette viene richiamato in panchina visto che le sue non perfette condizioni ne limitano il rendimento. La differenza fisica tra le due squadre si può leggere anche con il numero delle stoppate, ben cinque per gli amaranto divise tra Ostler e Foiera che hanno stoppato altrettanti attacchi dell’Aget. Il quarto si chiude con una tripla dello stesso Kemp a fil di sirena che regala il 25-11 ai padroni di casa.

Il secondo quarto si riapre ancora con Foiera protagonista con un bel canestro da sotto, mentre i biancorossi continuano a sbagliare dalla distanza non riuscendo a trovare punti da più di quattro minuti fino al canestro da sotto di Canavesi. Al 3’ e 20’ Bunn non porta a termine un gioco da tre punti, ma subito dopo si fa perdonare con una palla rubata e un canestro in contropiede. Chi invece concretizza bene un gioco da tre punti è Boyette che, dopo un canestro in penetrazione, realizza anche il libero successivo. Bunn è l’unico terminale offensivo di Imola avendo segnato gli ultimi 8 punti della sua squadra e mettendo in difficoltà i difensori avversari, che viene poi interrotta da una tripla di Swann che al 6’ porta il risultato sul 32-24. Poco dopo la partita si riapre definitivamente quando viene fischiato un fallo antisportivo di Ostler su Canavesi e il numero 19 realizza i due liberi e sull’azione successiva costringe Foiera al terzo fallo e quindi alla panchina. Un bel canestro da sotto di Boyette porta il risultato sul 36-27 al 7’, ma una tripla da distanza siderale di Swann riduce le distanze. Altro gioco da tre punti costruito da Boyette e risultato sul 43-34 a 1’ dall’intervallo con il numero 9 che è anche l’autore dell’ultimo canestro del quarto arrivato in contropiede dopo una palla rubata.

Livorno riparte nel terzo quarto con un quintetto alto come quello iniziale con Bagnoli al posto di Foiera che rientra dopo un paio di minuti viste le precarie condizioni del capitano. Basket Livorno pensa forse anticipatamente di aver vinto e Imola rientra grazie agli americani Bunn e Swann che, al 3’ riportano la squadra a -4 che arriva poi a -1 dopo una tripla di Valentini e un canestro da sotto di Canavesi a metà tempo. Dell’Agnello prova a rispondere con una difesa a zona e l’ingresso di Rossetti e Giuri il quale prima realizza dalla media e poi serve un passaggio al bacio per Oslter che chiude con un alley hop fissando il punteggio sul 54-49 a 4’ dal termine del quarto. Sorrentini colpisce dalla distanza, ma Botyette e Giuri tengono Imola a distanza. Gli ultimi minuti del quarto si sviluppano soprattutto dalla linea dei liberi dove c’è un sostanziale equilibrio che fa terminare la frazione sul 63-60.

Ad inizio quarto Sorrentino porta i suoi a -1 che poi trovano un canestro al termine dei 24’’ grazie a Bunn che permette ai biancorossi di mettere il muso avanti per la seconda volta dopo il 2-4 dell’inizio. Sempre Bunn da sotto segna al 32’ con il tabellone che adesso segna 63-66 costringendo Dell’Agnello a chiamare time out. I padroni di casa però sembrano aver perso brillantezza offensiva e vengono tenuti a galla soltanto da Foiera, mentre dall’altra parte Bunn continua a segnare. A metà tempo un gioco da tre punti di Kemp riporta le squadre in parità a quota 68 e un tap in di Foiera riporta la squadra avanti. Una schiacciata dello stesso Kemp a 3’ dalla fine porta un vantaggio di 4 punti che diventano 7 con una tripla di Ostler. Swam riporta Imola a -2 a 1’20’’ dalla fine, ma Kemp riporta Livorno a +4 con una bella penetrazione. La tensione è ormai alle stelle e, quando a 1’03’’ dalla fine Simeoli subisce sfondamento il pubblico si alza tutto in piedi per seguire così le ultime fasi di gioco. Canavesi esce per cinque falli

QUINTETTI INIZIALI: Basket Livorno: Boyette, Kemp, Simeoli, Ostler, Foiera,
Aget Imola: Sorrentino, Swann, Canavesi, Bunn, Puci.
PUNTI: Livorno: Casella, Giuri 8, Boyette 14, Rossetti 2, Kemp 26, Bagnoli 1, Ostler 18, Foiera 13, Simeoli 1.
Imola: Swann 17, Pugi 5, Valentini 3, Ferri 2, Iversen 5, Bunn 28, Sorrentino 7, Canavesi 8.
PARZIALI: 25-11; 46-36; 63-60; 83-75
ARBITRI: Bertelli, Ciaglia, La Rocca.
MVP: Foiera
TOP SCORER: Bunn 28
MASSIMO VANTAGGIO: +16 (27-11)

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.