Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

83-75
BASKET LIVORNO: Foiera 13, Kemp 26, Boyette 14, Ostler 18, Simboli 1, Rossetti 2, Bagnoli 1, Mariani ne, Giuri 8, Casella. All. Dell’Agnello.
AGET SERVICE IMOLA: Sorrentino 7, Bunn 28, Swann 17, Valentini 3, Iversen 5, Pugi 5, Ferri 2, Canavesi 8, Righini ne, Seracchioli ne. All. Fucà.
Arbitri: Bertelli, Ciaglia, La Rocca.
Note: parziali 25-11, 46-36, 63-60. Tiri liberi Livorno 19/30, Imola 15/22.
LIVORNO — IL CUORE e la grinta non bastano se vengono messe in campo solo nel secondo tempo. Imola sfiora l’impresa in Toscana ma alla fine deve arrendersi contro Livorno. L’Aget è rimasta negli spogliatoi nei primi 20’, con una valutazione complessiva dei primi due quarti di 40 a -1 che dice molto. E dire che nel secondo tempo il miglior Bunn si è caricato la squadra finendo in doppia doppia (28 e 10 rimbalzi) aiutato dalle triple di Pugi e Valentini. Imola arriva al +5 nel terzo quarto poi viene di nuovo sopraffatta da Livorno. Troppo alte le energie spese. Un primo quarto da dimenticare per l’Aget, che non riesce a concretizzare in attacco perdendo in realtà solo due palloni ma rivelandosi abbastanza disastrosa da tre.
E’ GRANDE la fame difensiva di Livorno. La squadra amaranto è tentacolare con Foiera e Kemp e produce ben sei stoppate. Il tabellone è implacabile e dopo il 9-7 di Swann, Imola si blocca e lascia scappare gli amaranto, che arrivano 16-9 con Kemp. I primi 10’ finiscono 25-11. C’è da aspettare la metà del secondo quarto per vedere Bunn risorgere. E’ proprio da un suo tiro libero che l’Aget arriva al -5 (32-27). Parziale propiziato da Canavesi che ruba in difesa e si lancia in contropiede riuscendo a portare a casa l’antisportivo di Ostler. Troppo vitale però l’attacco livornese con Kemp e con un Jermaine Boyette mago delle penetrazioni.
Si va al riposo sul 46-36 ma è un’Imola trasformata, quella che esce dagli spogliatoi. Il team chiude il terzo quarto 63-60: in mezzo dieci minuti da combattenti, con Swann che porta sei punti che rimettono le cose in chiaro (48-44) e con Pugi e Valentini variabili impazzite. Sono loro le triple del 50-47 e del 59-57 fondamentali per rimanere in contatto.
ULTIMO quarto da battaglia. Imola vola con Bunn (63-64) e arriva fino al 63-68 con Pugi: parziale romagnolo di 8-0. Solo grazie a Kemp e Foiera Livorno riesce a mantenersi a galla. La tripla di Ostler taglia le gambe a Imola (75-68), con Bunn bersagliato dagli arbitri: prima un ‘passi’, poi un fallo in attacco sul 78-74 con le proteste dell’Usa che portano al fallo tecnico. La lunga sfilza dei falli premia Livorno che con precisione mette la partita al sicuro. Imola ci ha provato fino all’ultimo, combattendo.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.