Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

L’AGET PUÒ finalmente abbracciare il suo leader. Joseph Bunn è arrivato ieri ad Imola e, dopo il rito della presentazione ufficiale nel pomeriggio, si è subito messo al lavoro al PalaRuggi insieme ai suoi nuovi compagni. «E’ un giocatore fortemente voluto dalla società — l’ha presentato più che soddisfatto l’amministratore delegato biancorosso Gian Piero Domenicali — e noi l’abbiamo cercato anche l’anno scorso: se fossimo arrivati un pelo prima forse ce l’avremo fatta. Quest’anno ci siamo mossi per tempo e in silenzio siamo riusciti a firmarlo, favoriti anche dal suo desiderio di ritornare in Italia. L’Andrea Costa 2008/2009 è partita da Bunn e lui sarà il nostro punto di riferimento in campo e fuori. Tutti noi ricordiamo quanto di buono fece a Reggio Calabria nella stagione 2006/2007 (23,5 punti e 7 rimbalzi di media in quasi 31 minuti sul parquet, ndr) le sue caratteristiche saranno molto utili per raggiungere il nostro obiettivo della salvezza».
JOE BUNN (alto 198 cm, classe 1975) non si tira indietro e accetta il ruolo di leader che gli è stato cucito addosso. «Ho capito quale sarà il mio ruolo e sono pronto per questo. Perchè ho scelto Imola? Ho parlato con l’alleatore Bianchi e mi ha detto che aveva bisogno di uno come me e che si stava costruendo una buona squadra, per questo ho accettato. Per il momento tra i miei compagni ho avuto modo di vedere solo Iversen, tra una settimana potrò valutare al meglio quali possono essere le potenzialità. Il mio ruolo? Posso giocare sia da ala forte che da centro, ma da quanto ho capito credo che giocherò soprattutto da centro».
AUTENTICO giramondo della palla a spicchi (oltre a Reggio Calabria ha giocato anche in Spagna, Argentina, Venezuela, Portorico, Filippine, Repubblica Dominicana, Corea del Sud), la scorsa stagione l’ha disputata nel massimo campionato francese con la maglia del BCM Gravelines, con buoni risultati personali. I 15 punti e i 6 rimbalzi in 26 minuti di media ad allacciata di scarpe sono una conferma delle sue capacità. Le uniche perplessità potevano riguardare le sue condizioni fisiche, ma è Bunn stesso a tranquilizzare tutti sul suo stato di salute: «In passato ho avuto dei problemi a una gamba e ho dovuto saltare quattro partite, ma ora sono in buona condizione e la scorsa stagione in Francia è stata positiva».
SUBITO DOPO la presentazione Bunn si è unito agli altri giocatori al Pala Ruggi per il primo giorno di preparazione. Sotto gli occhi di Massimo Bianchi e del preparatore atletico Marco Sabattani la squadra si è ritrovata in palestra dopo aver lavorato in mattinata sulla parte atletica al Romeo Galli. Mattina di atletica allo stadio e lavoro in palestra nel pomeriggio: questa sarà la tabella di lavoro che lo staff tecnico ha previsto per la prima fase di preparazione che attualmente si svolgerà a Imola visto che al PalaCattani sono in corso dei lavori al tetto.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.