Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

«IL CAMBIO di allenatore di Rimini ci ha danneggiato ma ci abbiamo messo anche del nostro». L’amministratore delegato dell’Andrea Costa Gian Piero Domenicali analizza la brutta sconfitta nel deby con i Crabs partendo dagli avversari: «La loro reazione dopo la brutta partenza in campionato — continua — è merito del nuovo coach. Giancarlo Sacco ha le idee chiare e ha subito spronato i suoi giocatori a dare di più». In particolare, i due americani si sono caricati sulle spalle la squadra rivierasca: «Goss e McCray si sono presi molte responsabilità e hanno fatto la differenza. L’esperienza dei nostri avversari ha avuto la meglio».
I DUE USA dell’Aget invece hanno giocato una partita sottotono. Bunn ha comunque fornito un contributo importante, limitato però nello score dalle attenzioni della difesa riminese che ne hanno sporcato le percentuali (38% dal campo). Swann non ha saputo essere un’alternativa sufficientemente pericolosa: «Rimini è riuscita a limitare Bunn e allora avremmo dovuto trovare delle alternative valide per essere pericolosi. Ma non ci siamo riusciti e, in settimana, il coach Massimo Bianchi dovrà lavorare in questo senso insieme alla squadra».
Anche errori dei singoli sono stati pagati a caro prezzo: «Canavesi ha perso sei palloni e Swann cinque. E’ naturale che concedendo tutti questi possessi agli avversari si finisca per perdere».
NON È LA PRIMA volta che l’Aget Service ha la peggio al PalaCattani. Nel quarto turno Michele Ferri e compagni sono capitolati di fronte a Pistoia in maniera ancora più netta (85-102): «Sono state entrambe due brutte prove ma ritengo che la sconfitta nel derby sia ancora più bruciante al di là che si tratti di una partita sentita». Dopo il successo convincente di Pavia, mai in discussione i biancorossi compiono quindi un deciso passo indietro. Che sia stato l’appagamento o i giocatori che si sono montati la testa? «Lo escludo — continua Domenicali — perché conosco i ragazzi e credo che questo atteggiamento non faccia parte del loro carattere. Ma questa volta non hanno giocato di squadra e i risultati si sono visti».
Ora bisogna però ripartire subito, tanto più perché la settimana di allenamento è corta. L’Aget scenderà in campo sabato a Roseto alle 20.45 per riprendere la rotta giusta: «Gli abruzzesi — conclude Domenicali — hanno perso solo una volta in casa, contro Varese e hanno un pubblico eccezionale. Per noi sarà molto difficile».

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.