Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

E’ una storia lunghissima quella che attende l’Andrea Costa e sabato è stato scritto solo il primo paragrafo, fra l’altro di scarsa importanza, però i sorrisi post-scrimmage di tutti, giocatori, tecnici, dirigenti e tifosi, la dicono lunga su come i biancorossi abbiano cominciato con il piede giusto.
Inutile cercare significative indicazioni per il futuro quando il tuo avversario fa la B2, però i 31 punti di scarto finali, la voglia esibita dai giovani di Bianchi e la capacità di reagire alle assenze pesanti di Pugi, Stokes e Iversen, incoraggiano ad una visione serena dell’orizzonte: “Nell’analizzare l’amichevole con Ravenna – commenta coach Massimo Bianchi -, bisogna partire dalle difficoltà che abbiamo nell’allenarci, causa l’assenza di 2 giocatori da quintetto ed i problemi fisici di Pugi (risentimento muscolare, ma dovrebbe ricominciare martedì, ndr). Per questo era difficile mantenere l’aggressività sui 40 minuti ed infatti nel 3° tempo abbiamo subito un leggero calo. Fra l’altro abbiamo buttato dentro 2 giovanissimi come Seracchioli e Corcelli ed un giocatore, Righini (poi uscito per una botta alla testa, ndr), che si deve abituare al salto di categoria, perciò possiamo essere abbastanza soddisfatti. Certo, tanti aspetti del nostro gioco vanno migliorati, ad esempio il numero troppo alto di palle perse con i due playmaker: a basket non fa mai piacere buttare via dei possessi, perché non è una di quelle cose che ti fa vincere le partite”.
Due gli aspetti da evidenziare. La voglia dei biancorossi di difendere aggressivi, mettendo pressione sulla palla, e la capacità di identificare da subito Bunn come il principale punto di riferimento: “Abbiamo mostrato buone cose a livello difensivo pure sul lato debole, capendo che per noi la pressione è fondamentale, così da giocar il più possibile in contropiede. Sul pick’n roll ed altri aspetti non abbiamo ancora lavorato, però si è visto lo spirito giusto, come pure nel cercare Bunn. Anche qui, sia ben inteso, siamo lontani dalla perfezione, ma la predisposizione per imbroccare la strada giusta c’è”.
Per l’Aget si apre oggi un’altra settimana impegnativa. Questa mattina l’amministratore delegato Domenicali (prima di partire per le meritate ferie) presenterà ufficialmente il trofeo Andrea Costa (Bar Renzo, ore 11.30), in programma sabato 6 settembre al Pala Ruggi (ore 21) contro il Livorno di Charly Foiera. Giovedì 4 altra amichevole per i biancorossi, questa volta al Flaminio (ore 17.30) contro Rimini. Bianchi dovrebbe recuperare Pugi, mentre Stokes è atteso a Imola verso giovedì sera o venerdì, quindi in tempo per rispondere presente nel match ufficiale contro Livorno.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.