Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

La prima vittoria del 2009 imolese porta con sè una ricca serie di novità. A quelle riguardanti il campo – nella giornata storta di Bunn sono emersi Riley e Sorrentino – vanno aggiunte quelle non meno importanti provenienti dal mercato, con il doppio ingaggio di Bruttini e di Sandis Valters e la contemporanea uscita dalle rotazioni di Nicolai Iversen. A riportare un minimo di tranquillità in casa imolese, ci ha pensato prima di tutto il successo riportato contro Livorno: una vittoria importante per metter punti in classifica – l’Aget resta penultima, a due punti dalla salvezza, ma abbandona finalmente quota 12 – e per riportare un po’ di positività in gruppo. Per una volta, il protagonista non è stato Bunn, comprensibilmente scosso dalla morte del fratello: l’americano ha scelto di restare con la sua squadra senza volare negli States per il funerale – la curva ha apprezzato il gesto, dedicandogli uno striscione: “Joe, no words will describe your loss, 1000 words would not be enough to thank you”, che in italiano suona come “Nessuna parola può descrivere la tua perdita, mille non bastano per dirti grazie” – ma non è andato oltre i dieci punti ed otto rimbalzi, anche a causa della buona difesa di Livorno. Sono così emersi in maniera prorompente gli esterni biancorossi: se Ferri ha difeso molto bene su Boyette (8 punti e 5 falli commessi per l’americano, 19 di media finora), in attacco ci hanno pensato Sorrentino e il neoarrivato Riley a metter punti a referto. Se per l’ex Ferrara l’esplosione era attesa, visti i 22 di Sassari, la bella prova di Sorrentino riconcilia la guardia partenopea con pubblico e società, dopo un mese di gennaio un po’ sottotono.
Non c’è comunque tempo per gioire, perchè il campionato incombe con un turno infrasettimanale in programma per giovedì – ultima contro penultima, a Pistoia, a sua volta reduce dal 90-59 rimediato a Varese – e ci sono ben due nuovi acquisti da inserire in squadra. Il primo,già ufficializzato ieri intorno a mezzogiorno, è Davide Bruttini, ala forte di 2.03 classe 1987 in uscita da Brindisi. Il secondo è la guardia lettone Sandis Valters (1.90, classe 1978), fratello del Kristaps già visto in maglia Snaidero Udine due anni fa, che sarà annunciato con tutta probabilità oggi: entrambi dovrebbero essere a disposizione per la partita di giovedì.
Valters, figlio d’arte, arriva dall’Ask Riga, club della capitale lettone in crisi economica già dal mese di dicembre e dal quale era già partito in direzione Estudiantes Madrid l’ex Virtus Bologna Corey Brewer: tiratore micidiale da tre punti, Valters ha sin qui viaggiato a 13.5 punti a partita (50% da tre punti) nella competitiva Lega Baltica. L’ingaggio della guardia lettone spinge fuori dalle rotazioni Iversen, che non sarà comunque tagliato: il danese non ha demeritato, assicurando ciò per cui era stato firmato, ovvero difesa, presenza a rimbalzo e lavoro sporco, ma non ha punti nelle mani, ed Imola, vista l’assenza prolungata di Pugi, proprio di punti aveva bisogno. L’ingaggio di Bruttini va dunque a coprire la perdita del danese, e dovrebbe mettere fine al mercato biancorosso in entrata: in uscita c’è infatti anche Juan Manuel Fabi, play fin qui deludente ed ora chiuso dall’ingaggio di Valters.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.