Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Cari tifosi del Bologna sfruttate la sosta di domenica 17 novembre perchè tra la fine del mese e la sosta natalizia ci saranno una marea di straordinari da organizzare tra campionato e coppa Italia e non tutte le partite saranno nel tradizionale week end. Ma facciamo il punto della situazione: domenica 10 novembre c’è la trasferta a Bergamo, quindi domenica 24 novembre sera alle 20.45 Bologna-Inter sarà il posticipo della tredicesima giornata. Sei giorni più tardi, sabato 30 novembre Parma-Bologna sarà l’anticipo della 14^, quindi martedì 3 dicembre alle 19 con diretta televisiva al Dall’Ara arriva il Siena per il quarto turno di coppa Italia, mentre venerdì 6 dicembre alle 20.45 l’anticipo al Dall’Ara tra il Bologna e la Juventus. La normalità tornerà domenica 15 dicembre con la trasferta a Firenze e domenica 22 dicembre per l’ultima del 2013 in casa con il Genoa. Dunque dal 24 novembre al 6 dicembre quattro partite in 12 giorni, con la necessità di essere concreti, fare punti, scalare la classifica senza pensare agli avversari. Ci sarà modo di sfruttare a pieno la lunga rosa, con il ritorno di Cherubin, che dopo sei mesi sta lavorando in parte con il gruppo e in parte ancora in maniera differenziata, ma che da dopo la sosta potrebbe essere nuovamente tra le possibili scelte per Pioli, così come torneranno a disposizione anche Mantovani, Natali e Cech, ora fuori per problemi muscolari, così come Pazienza, fermato dalla squalifica e Perez, che sabato dovrà essere in ritiro con la sua nazionale e sconterà così la squalifica subita a causa del giallo preso sull’ultima azione dell’incontro con il Chievo.
Ed in vista dell’incontro di Bergamo spuntano diverse opzioni che girano attorno ad un giocatore spesso criticato ma che ora diventa fondamentale come Krhin. Se lo sloveno sarà tenuto sulla linea dei tre difensori sarà Della Rocca ad avere una chance accanto a Kone e Laxalt, mentre se tornerà perno del centrocampo, sarà uno tra Garics, più probabile, o Crespo a fare il terzo difensore di destra.
In avanti non dovrebbero esserci grandi variazioni perchè ancora il Bologna non è guarito è solamente in convalescenza e dunque sarebbe assurdo cambiare un assetto che ha regalato sette punti in tre partite, ma soprattutto che non subisce reti dalla seconda del Sassuolo, ovvero quasi quattro incontri. E se l’attacco è ancora un po’ asfittico niente di male, Diamanti e Cristaldo prima o poi si sbloccheranno anche su azione, ma è chiaro che il loro apporto non è mai mancato e la squadra ha avuto effetti benefici dal loro impegno. Per Bianchi e Acquafresca ancora panchina, per loro eventualmente, solo scampoli, con la speranze che possano sfruttare al meglio i minuti concessi loro.

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_bologna_20131106.mp4
Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.