Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

L’Enel viene piegata da Otis George, un’ala-centro tra le migliori della Lega. Ora cinque giorni per ripassare mentalmente la gara del PalaTaliercio, a cominciare da oggi con la banda Perdichizzi che torna a lavorare sul parquet di contrada Masseriola per preparare la gara contro Jesi. Altra squadra, altro pivot di lusso: Michele Maggioli già protagonista domenica e negli ultimi due anni premiato miglior giocatore della LegaDue. Ma vediamo nel dettaglio cosa è successo sugli altri campi, cominciando proprio da Jesi.
Jesi-Pistoia 76-69 Un ultimo periodo rasentante la perfezione permette agli uomini di Zanchi di mettere ko i toscani, scesi nelle Marche da imbattuti nella nuova stagione. Partita equilibrata fino al 30esimo, poi Cuffee, autore di 24 punti, e proprio Michelone Maggioli accendono il turbo e stendono i biancorossi. Per il pivot a referto ci sono 17 punti e 10 rimbalzi. A Lasi non basta il duo Darby-Tyler, 32 punti in coppia. (Cuffee 24, Darby 17) Varese-Livorno 77-72 Ancora di rimonta. Così vince il Varese anche contro Giuri e compagni. L’ultimo quarto arride ai lombardi che rimontano il -1 (59-60) del penultimo tempino e tengono la testa della truppa in coabitazione con Jesi. Kemp (20) e Boyette (17) possono poco contro lo strapotere della Cimberio, trascinata da Galanda, miglior italiano del turno, e la fantasia del Prof. Childress (6 assist). (Galanda 24, Kemp 20) Soresina-Roseto 89-84 I padroni di casa iniziano col piede giusto e controllano per tutto il match gli abruzzesi. Partita mai seriamente in discussione grazie alle prove di Bell e dell’eterno Quadre Lollis. Dietro la coppia Pinnock-Ringstrom, Trullo si scopre un po’ deficitario. (Bell 23, Pinnock 17) Pavia-Reggio 94-82 Come corre la squadra di Salieri! Marcelletti esce con le ossa rotte dopo il terzo periodo in cui i biancorossi accelerano e piazzano un +7 nel parziale bastevole ad affondare la Trenkwalder che, comunque, gioca bene di squadra (5 in doppia cifra e Young capace di 16 punti con 7/12 dal campo). Ma il fattore “M” di Salieri, ovvero Marigney-Mobley, è invalicabile. (Marigney 24, Young 16) Casalmonferrato-Rimini 89-82 Crespi riscatta il ko di Brindisi con una prova autoritaria. Rimini è regolata senza affanni di sorta dai piemontesi, grazie ad un Dowdell “tuttofare” (4 assist) ed un Fantoni “tuttopepe” (16 punti e 28 di valutazione). Non bastano Goss (chiuderà con 30 di valutazione), il sempre più maturo Rinaldi e McCray per controbattere le iniziative stellate. (Dowdell 19, Goss 26) Imola-Sassari 85-82 Campionato equilibrato? Questo risultato ne è la conferma. I sardi di Cavina cadono sul parquet di Bianchi nonostante il tentativo di rimonta finale. Partita autoritaria dei padroni di casa con Sorrentino (18) in grande spolvero. Nelle fila isolane malissimo De Vecchi, bene Whiting (15). (Bunn 21, Ezugwu 16) Veroli-Scafati 66-57 Partita tesa, con Gramenzi per la prima volta da avversario contro i giallorossi dopo la storica promozione conseguita nel 2007. I soli 12 punti realizzati nell’ultimo quarto stendono Scafati che non riesce a frenare l’impatto di Hines (doppia-doppia da urlo con 20 punti, 16 rimbalzi 5 stoppate), Gatto ed Hines ( 14 punti e 6 assist). Tra i campani Ronald Boo Davis predica nel deserto. (Hines 20, Davis 24).

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.