Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Il pirotecnico 4-3 con cui il Rimini ha superato il Modena, ottenendo il primo successo in campionato, racchiude molte luci ed ombre. Analizzando il bilancio delle prime due uscite stagionali non si può che essere soddisfatti, perché la squadra ha dimostrato carattere da vendere. In tre occasioni infatti una a Parma e due domenica scorsa la squadra è riuscita a ribaltare il risultato grazie ad un ottimo carattere e alla grinta che hanno avuto la meglio sul caldo insopportabile di questo settembre. Oltre a questi aspetti importanti, mister Selighini ha potuto lustrare ed esporre la sua argenteria con un Vantaggiato in grande forma e decisivo come Docente. Se si aggiunge che Ricchiuti non è ancora esploso, e quando lo farà saranno dolori per tutti, e il recupero di Frara che sta procedendo al meglio giorno dopo giorno, ecco perché i tifosi e i dirigenti del Rimini possono essere ottimisti. Insomma per la lotta playoff ci sono anche i romagnoli.
Attenzione però a cullarsi sugli allori, perché ci sono anche gli aspetti negativi. La difesa è parsa infatti nelle prime uscite troppo perforabile come dimostrano i sette gol incassati in tre match, compresi quelli in Coppa Italia contro il Ravenna, a dimostrazione che qualcosa nel reparto arretrato va rivisto. L’assetto necessita dunque di essere oliato e anche Sottil, gettato nella mischia appena giunto in Romagna, ha ancora bisogno di tempo per entrare in condizione, anche se, è bene ricordarlo, alcuni gol incassati sono stati figli anche di episodi sfortunati.
Intanto la squadra si sta preparando per la trasferta di Treviso dove sono previsti molti tifosi a sostenere i biancorossi, a dimostrazione dell’amore rinato tra città e biancorossi, ritornato agli antichi livelli dopo il tiepido inizio di stagione, quando in pochi si abbonarono.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.