Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Il Rimini attende il Cittadella per cercare di sfatare il tabù casalingo che lo ha sempre visto poco brillante al Neri negli ultimi mesi, come dimostrano i due punti rimediati nelle ultime quattro partite interne. Domani nell’ultima giornata di andata i romagnoli sono chiamati a fare bottino pieno per continuare la corsa playoff e dopo quattro successi consecutivo l’obiettivo è quello di sbloccarsi anche in casa visto che il calendario prevede due incontri consecutivi fra le mura amiche: dopo il Cittadella toccherà al Parma.
Proprio il Parma è entrato nei pensieri dei tifosi alla vigilia del match di domani, perché la società emiliana ha trovato l’accordo con Vantaggiato (si parla di un conguaglio in denaro più Matteini in Romagna) e dunque quella contro i veneti potrebbe essere l’ultima partita del bomber brindisino il maglia biancorossa.
In casa Rimini, però, il mercato non è all’ordine del giorno, perché l’obiettivo è puntato sul Cittadella, formazione dal rendimento altalenante e in lotta per la salvezza.
Rispetto alla squadra vista lunedì a Pisa, Selighini non potrà disporre dello squalificato Vitiello, mentre potrà contare su Frara che ha già smaltito il piccolo infortunio che lo ha costretto ad uscire a quindici minuti dal termine.
In difesa giocherà Catacchini sulla sinistra e il centrocampo sarà irrobustito con Pagano sulla fascia.
Il Rimini che scenderà in campo con il Cittadella vedrà dunque Pugliesi tra i pali, solita difesa a quattro con Catacchini Sottil Milone e Regonesi, un centrocampo a tre con Pagano, Cardinale e Frara e l’attacco composto da Ricchiuti dietro alla coppia Vantaggiato – Docente.
Qualche problema di formazione invece per il Cittadella senza lo squalificato Iori e senza gli infortunati Carteri e Bonvissuto, che proprio nelle ultime ore non ce l’hanno fatta a recuperare.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.