Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Finalmente il grande giorno è arrivato. Al Manuzzi è tutto pronto per il big match di questa sera tra le capoliste Cesena e Pro Patria, gara che racchiude un’importante fetta di serie B e che potrebbe essere già decisiva per il testa a testa finale. La cornice dovrebbe essere quella delle grandi occasioni, con un numeroso pubblico da entrambe le parti, e per novanta minuti tutta Cesena resterà con il fiato sospeso sperando poi di esultare al triplice fischio.
Mister Bisoli recupera Zebi, che andrà in panchina ma il solo fatto di aver scongiurato la frattura al gomito è un’ottima notizia, e Biserni che si piazzerà sull’out sinistro della difesa. Sempre nel reparto arretrato, mancherà invece Biasi, ancora indisponibile, e al centro ci saranno Lauro e Cusaro. Il modulo sarà il solito 4-3-1-2 e in pratica si vedrà il Cesena tipo, quello delle grandi occasioni. Questo l’undici di Bisoli: Ravaglia, Ceccarelli, Cusaro Lauro, Segarelli, De Feudis, Sacilotto, Giaccherini, Motta, Veronese.
Anche la Pro Patria si presenta con tutti i suoi gioielli a disposizione, recuperando il portiere Anania, e il centrocampista Zappacosta. Confermatissimo è anche il 4-2-3-1. modulo che ha fatto le fortune dei lombardi in stagione, con il solo Fofana di punta.
Questa la Pro Patria: Anania, Music, Pisani, Urbano, Barije, Dalla Bona, Zappacosta, Do Prado, Correa, Toledo, Fofana.
Ieri intanto il Ravenna ha dato un’incredibile prova di forza contro il Padova espugnando il campo veneto per 3-2, allungando così a nove la striscia di risultati utili consecutivi, e blindando in maniera quasi definitiva i playoff. La sesta in classifica e ora a sei punti, ma un pensierino viene fatto anche ai quartieri alti visto che la vetta è a sole tre lunghezze. Passato in vantaggio con Pettinari, il Ravenna si è trovato sotto a causa della doppietta di Rabito, poi ci hanno pensato Zizzari e Filipi a ribaltare la situazione.
E’notte fonde invece a Rimini, ormai in piena crisi e sconfitto 4-0 in casa della Triestina. Nonostante qualche svista arbitrale, i romagnoli non sono mai stati della partita e questo ko pesa in maniera incredibile sul morale e sulla classifica, con i playout distanti un solo punto. Venerdì in casa con la Salernitana i biancorossi non possono proprio più sbagliare.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.