Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display


rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/Bologna_20130306.mp4
Sembra incredibile quanta invidia possa esserci per essere stati invitati ad un pranzo nel quale il presidente del Bologna ha semplicemente voluto fare una chiacchierata informale sul momento e la situazione. Poi volete che la racconti fino in fondo? La spettacolare presenza di Gianfranco Civolani ha trasformato le due ore in una diretta di qualcuna delle sue trasmissioni, praticamente facendo un monologo con consigli a Guaraldi su quanti anni fare o non fare ai singoli giocatori. Un monologo che ha divertito, presumo, gli avventori del locale, compreso Beppe Signori, arrivato casualmente, durante il momento conviviale. Ovviamente se arriviamo a parlarne è perché non c“è nulla da tener nascosto.

Il Bologna è in vendita? Sì, se qualcuno rifonda i soci di quanto hanno investito in questi anni. Fino ad ora sono state diverse le richieste di informazioni, ma nessuna si è concretizzata. Così come sembra molto simile alle altre quella pubblicizzata negli ultimi tempi e venuta alla luce solo perché Intermedia, ma neppure Guaraldi ne conosce il motivo, ha fatto trapelare la notizia.

Guaraldi, perà, vuol fare sapere che rispetto ai soci sta onorando gli impegni sia con Setti che con Yen, pagando quanto dovuto nel rispetto dei contratti firmati davanti a notai, mentre sul futuro è inutile farsi troppe domande. Alcune tra le squadre più importanti del campionato, alcune delle quale sono interessate anche ai gioielli del Bologna, hanno già scontato i soldi Sky della prossima stagione e dunque il mercato estivo sarà anche per le big un problema. Figuriamoci per le piccole. Diamanti e Perez? Appena il Bologna sarà salvo se ne parlerà. Chiaro che il Bologna qualche soldo per il mercato dovrà ricavarlo da qualche cessione: Diamanti, che ha un contratto lungo con i rossoblù, non puà dire me ne vado. Dovrà trovare una squadra che oltre ad elargire a lui lo stipendio adeguato, lo paghi profumatamente al Bologna. Che vuole soldi veri, non la metà di Krhin o di un giovane Primavera. Perez? Sicuramente non gli è dispiaciuta la cessione di Portanova che ha portato serenità nello spogliatoio e nei rapporti all‘interno della squadra. Lui è uno che guarda alla qualità della vita ed è chiaro che non ci sono molti posti come Bologna, ma se gli verrà offerto il doppio dell‘attuale stipendio sarà difficile trattenerlo.

Il pranzo è tutto qua, nulla che mossa meritare il clamore di questi giorni, ma certamente un modo decisamente più sereno per affrontare argomenti che non sempre è corretto vengano ripresi da microfoni e telecamere per poi essere utilizzati in maniera opposta alla realtà per puro spirito di disfattismo

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.