Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Il Modena vince e convince la prima sfida-verita` della stagione, l’Ascoli scivola all’ultimo posto in classifica. Era la partita dei sospetti, era la gara sospesa dalle societa` di bookmakers per eccesso di puntate sul risultato di 4-2 per il Modena, una vigilia al banco scommesse con un giro di puntate simili ed unilaterali che aveva insospettito gli investigatori dell’Aams, la societa` dei monopoli che gestisce le scommesse in Italia. Era soprattutto la sfida salvezza, fra due societa`-squadre che solo tre anni fa si giocavano la serie A, ora lottano per evitare la terza serie.

Il 3-0 perentorio in favore dei gialloblu` toglie ogni dubbio, ogni sospetto. Bene solo nei primi venti minuti i marchigiani. La prima occasione e` infatti di marca ascolana: al secondo minuto, Soncin chiede triangolo a Bucchi, l’ex gialloblu` e` troppo lontano per conquistare il pallone e quindi l’ex atalantino fa da solo e con un destro potente impegna severamente Frezzolini, che devia in angolo. Sugli sviluppi del corner, e` Guberti a calciare un tiro-cross che sibila nell’area piccola impensierendo l’intera difesa modenese. Non si placa la voglia di gol marchigiana: dal secondo angolo del match, il pallone giunge sulla testa di Melucci che appoggia piano anziche` mirare in porta, perdendo un’occasione. Da qui in poi, e` praticamente solo Modena. La prima azione di marca gialloblu`, se possiamo definirla cosi`, e` una discesa al 12’ sulla destra di De Oliveira, il cui traversone colpisce, nella parabola discendente, il montante della porta di Guarna, ma e` al 20’ che il Modena prende vigore grazie ad una conclusione di Bruno smanacciata con qualche difficolta` da Guarna: dal corner, daino finisce a terra e reclama un rigore, Bergonzi lascia correre.

Si rifa` viva la squadra di Zoratto alla mezz`ora con una conclusione di Catellani che finisce alta, da buona posizione. Il match si sblocca al 38’: Biabiany in pressing ruba palla a Pesce al limite dell’area bianconera, il francese ha la freddezza di non calciare in porta preferendo servire un pallone morbido per Catellani, il quale da una dozzina di metri beffa Guarna con una conclusione dolce ed arcuata. La prima frazione di gioco si chiude con gli uomini di Zoratto in avanti e con Biabiany che si vede dire di no da Guarna dopo un tap-in sottomisura. Nella ripresa entra nell’Ascoli il fischiatissimo Sommese al posto dell’evanescente Giorgi. Ma i padroni di casa hanno voglia di mettere in ghiaccio la partita e lo fanno al minuto numero undici con l’ex di turno Sasa` Bruno che di testa infila alle spalle di Guarna dopo un perfetto cross di sinistro da parte di Catellani. Il quale avrebbe anche segnato la rete del 3-0 poco dopo (17’), un gol dapprima convalidato e poi annullato dopo un confronto fra arbitro e guardalinee per fuorigioco di rientro di Biabiany. Ma quest’ultimo non e` un giocatore da serie B, in questa categoria c’e` per caso: al 26’ servito da Bruno supera con un sombrero Bellusci e segna con una semirovesciata da autentico campione.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.