Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Alla fine della stagione, quando la Lega comunicherà i numeri relativi alle presenze sugli spalti, la Virtus vincerà lo scudetto del tifo per il quarto anno consecutivo. Nessuno può contare più spettatori o incassi superiori. Ma il rapporto tra La Fortezza e la sua tifoseria è stato uno dei grandi misteri dell’anno. Il grande supporto offerto in Coppa Italia e in generale anche durante la regular season è misteriosamente scomparso in Eurochallenge dove la Virtus ha giocato spesso davanti a 3000 persone, al massimo, e c’è voluta una Final Four e un trofeo vinto per riempire la Futurshow Station come avviene per una normale gara con Caserta o Biella di stagione regolare.

MISTERO PLAY OFF – Poi ci sono i playoff: gli abbonamenti messi in vendita dal club, non è un mistero, sono stati recepiti in modo molto tiepido dalla piazza. Stasera contro Treviso la squadra rischia di giocare in un impianto per metà vuoto: così si perde il fattore-campo. A quanto risulta si è rimasti ben distanti dai 2000 tagliandi venduti, sotto il 40% degli abbonati stagionali. E’ chiaro che la striscia perdente con cui la Virtus ha chiuso la stagione regolare ha inciso negativamente sull’entusiasmo ma soprattutto sulla fiducia nella squadra. Poi le dimensioni dell’impianto permettono di non abbonarsi e preoccuparsi del biglietto di partita in partita. Ma immaginare quanta gente sarà ai posti di combattimento alla Futurshow Station stasera in gara 2 contro la Benetton Treviso è difficile. Il pubblico virtussino deve dare un segnale alla sua squadra: crede in questa serie, ha interpretato gara 1 in senso positivo e farà la sua parte per riportare Treviso a Bologna lunedì per gara4?

IL FATTORE CAMPO – La Virtus ha sempre giocato in casa meglio che fuori. Boniciolli ha visto nell’atteggiamento di gara 1 messaggi incoraggianti sulle motivazioni del gruppo. Ma se oggi quando sbucherà dal corridoio delle stelle, la Virtus troverà un impianto vuoto al 60-65%, allora tutto diventerà più complicato. Quella di stasera, volenti o nolenti, potrebbe essere l’ultima partita casalinga della stagione. E’ il momento di dare un segnale forte a squadra, società e anche ai singoli. Per assicurarsi un altro anno di Langford il modo più sicuro di raggiungere l’obiettivo è calare in massa a Casalecchio stasera. Il doppio colpo sarebbe quello di assicurarsi almeno una gara4, un’altra partita, un’altra recita, un’altra fetta di speranza.

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.